fbpx

Come aumentare l’audience di un live streaming aziendale

live streaming

I contributi video in ambito aziendale sono diventati più rilevanti che mai. Un numero sempre più grande di aziende, di professionisti, di imprenditori e di appassionati ha investito risorse, denaro e tempo nella creazione di presentazioni in live streaming come strumento di promozione di marchi, prodotti e contenuti personali.
Dal primo semestre del 2020 a quello del 2021 sono emersi dati che fanno riflettere: il 28% delle startup a carattere tecnologico ha incrementato gli investimenti, anche di tempo, per la organizzazione di eventi in diretta streaming. Il numero di visitatori che ha guardato video in streaming è conseguentemente aumentato.
Se si considera il traffico globale si osserva che l’80% è costituito da consumatori finali.
Negli ultimi 5 anni il video ha sempre più ricoperto un ruolo chiave all’interno degli algoritmi che controllano il traffico e i posizionamenti nelle piattaforme social come FB, Twitter o Instagram.

Chi si dovrebbe orientare verso i live streaming?

Chiunque voglia usare i video per differenziarsi dalla concorrenza e per persuadere il bacino di utenza specifico tentando di convincerlo ad acquistare beni o servizi dovrebbe prendere in seria considerazione la possibilità di proporsi attraverso delle dirette streaming.
Oltre a coloro che desiderano divulgare contenuti per incentivare comportamenti di acquisto nella propria clientela. Ne sono esempio i video tutorial finalizzati al marketing.
Lo streaming è in grado di attirare pubblico proveniente da ogni tipo di contesto. I video didattici, le video istruzioni, le dirette legate al culto, le video conferenze, i giochi, i webinar e i tutorial sono esempi tra i più diffusi metodi per proporre il proprio messaggio. Basti pensare all’offerta di video in diretta su YouTubeestremamente semplici da gestire. Ci si deve, inoltre, ricordare che oltre l’80% degli utenti di internet piuttosto che mettersi a leggere i contenuti pubblicati in un blog o in un articolo preferisce fruire di video, on demand o in diretta.

Ma ci sono numeri ancora più significativi. 360 milioni di visitatori usufruiscono con regolarità dei contenuti di FB Live e si affiancano ai 200 milioni che quotidianamente attingono ai video di Instagram Live. Le dirette video producono un numero impressionante di visitatori quasi tre volte più numeroso di quello rilevato per i contenuti scritti. Quindi, partendo dal video base che rimane un eccellente strumento persuasivo e di strategia di marketing aziendale, è possibile affermare che le dirette stanno assumendo il ruolo di strumenti potenziati in grado di fare leva sullo spettatore in maniera efficace. Diventando in questo modo uno dei principali mezzi di promozione.

Consigli per iniziare

Le dirette streaming non sono affatto un affare di poco conto. Frequentemente si pensa che per cominciare una produzione in diretta siano sufficienti una buona connessione ad Internet e uno smartphone che sia in grado di effettuare riprese in HD.
Le cose però non stanno così. Basti vedere le diverse configurazioni proposte da questa casa di produzione video per gli eventi in diretta streaming delle aziende clienti. Per ottenere buoni risultati sono necessari una buona tecnica e una grande competenza, oltre a richiedere apparati tecnologici complessi ed una piattaforma adeguata. Oltre alla pianificazione di una strategia di marketing sufficientemente articolata e ben studiata.
Nella pratica vanno progettati i contenuti idonei alla diretta, ed altri che possano essere fruiti successivamente in modalità on demand e accanto a quelli potenzialmente virali.

eventi live streaming
ph jametlene-reskp-HJljK-unsplash

Come coinvolgere il pubblico

L’obiettivo principale della trasmissione in live streaming è rinforzare il coinvolgimento del pubblico. In modo che sia lo spettatore e il suo modo di interagire, seppure solo attraverso una chat, ad arricchire i contenuti del video.
Proprio grazie alle numerose interazioni è possibile conoscere quali siano le preferenze del pubblico rispetto ai contenuti video da guardare. Inoltre, i feedback permettono di migliorare e di far crescere la qualità dei video aziendali. Al termine del live si viene a creare una comunità che permette a partecipanti di interagire.
Una strategia molto efficace è quella di proporre video che presentino i retroscena, ad esempio del ciclo produttivo o del lavoro aziendale proprio come in un backstage. È uno strumento semplice da attuare ma che coinvolge molto gli spettatori dispensando un senso di fiducia e connettendoli con l’azienda stessa.
La presenza di testimonial significativi durante le interviste ha molta risonanza fra gli utenti, soprattutto se viene data loro la possibilità di porre domande direttamente attraverso la chat. Infatti, il pubblico apprezza molto i question time, momenti di confronto e condivisione con gli intervistati e quindi con l’azienda. Partendo da un argomento si acquisiscono le domande attraverso la chat a cui viene data risposta immediata dal relatore. Questo strumento coinvolge enormemente il pubblico e lo fidelizza al canale in attesa di altri eventi.

Strategia editoriale

In assenza di una linea editoriale per quanto riguarda i contenuti proposti nei live e nel video marketing, le dirette hanno un’alta probabilità di fallimento.
È indispensabile pianificare una linea graduale e chiara, finalizzata all’incremento del numero di visualizzazioni della diretta, che si deve adattare ai trend e alle richieste attuali. La raccolta di questi dati, oggi, è una attività concreta basata su dati misurabili e sull’analisi delle statistiche legate alle parole chiave e ai trend di ricerca.

Sponsorizzati