fbpx

Allarme filare oppure allarme wireless? le soluzioni degli esperti in sicurezza

Allarme filare oppure allarme wireless? le soluzioni degli esperti in sicurezza

Per chi è alla ricerca di un sistema di  antifurto casa la prima domanda da porsi è se optare per un sistema di filare o, al contrario, preferire una soluzione senza fili (wireless).

Qualunque sia il prodotto su cui si fa affidamento, certo è che le tecnologie nel settore security nel corso degli ultimi decenni hanno compiuto dei veri passi da gigante.

I tradizionali allarmi, costituiti da cavi  connessi tra loro, garantiscono la stessa affidabilità e gli stessi standard di sicurezza di quelli wireless.

Questi ultimi, per altro, hanno il pregio di poter essere installati molto più facilmente e senza creare brutti ingombri di fili: un’eventualità che, invece, a volte deve essere esclusa per i sistemi di allarme cablati, per il cui montaggio ci può essere bisogno di lavori di muratura.

Comunque, è sempre indispensabile evitare il fai da te, preferendo l’esperienza e la competenza di un professionista di esperti ed aziende del settore, molte delle quali con prodotti rigorosamente made in Italy, come Beta Elettronica .

Dove posizionare il sistema

Una volta che l’impianto di allarme è stato acquistato è necessario stabilire il posizionamento di esso in un ambiente consono, per garantire il funzionamento ottimale dello stesso.

Per individuare dove posizionarlo, è necessario sapere che i segnali radio che vengono ricevuti e trasmessi dalla centrale del sistema di allarme sono di potenza modesta, dal momento che non possono superare i limiti imposti dalla legge. Per tale motivo, è essenziale che la centrale sia ubicata in un punto che permetta al segnale di poter essere propagato senza problemi.

Le strutture in cemento armato devono essere evitate, così come devono essere evitati ambienti con schermature in metallo (es armadi blindati etc etc).

Un Tecnico esperto in sicurezza, certificato da Beta Elettronica sarà in grado di effetturare tutte queste opportune valutazioni di posizionamento, così da garantire un funzionamento ottimale del sistema antifurto.

Sarà possibile inoltre fare valutazioni su come proteggere al meglio la casa tramite utilizzo di sensori aggiuntivi, diverse tecnologie, come l’utilizzo della videosorveglianza, volte ad aumentare il livello di sicurezza dell’ambiente da mettere in protezione.

Protezioni attive e passive

I sistemi di allarme per casa e attività fanno parte dell’insieme delle protezioni attive a cui si può ricorrere in un’abitazione/negozio: esse vanno a integrare quelle passive, che includono le recinzioni, inferriate, barriere di vario genere e tipo etc etc.

Un allarme, ovviamente, è in grado di allertare , anche tramite notifiche push, chiamate ed sms sul proprio telefonino, in qualunque istante il padrone di casa nell’eventualità in cui si verifichi una violazione; sempre più spesso, inoltre, si decide di collegare gli antifurti con le forze dell’ordine, al fine di consentire un loro intervento immediato nella fase di allarme.

Allarme filare oppure allarme wireless? le soluzioni degli esperti in sicurezza 1

Torna su