fbpx

Residenze per anziani: come il fattore ambientale influenza la qualità del servizio

Anziani che giocano a carte

Quando in famiglia si discute sulla necessità di individuare una residenza per anziani capace di soddisfare al meglio le esigenze dei propri cari, i fattori che vengono tenuti principalmente in considerazione sono: qualità/varietà dei servizi, vicinanza/accessibilità della struttura, sostenibilità dei costi. Il contesto in cui è situata la residenza rischia quindi di non ricevere la giusta importanza, oppure di finire in secondo piano.

Vogliamo dunque provare a invertire questi criteri, dando maggior valore alla qualità dell’ambiente. Il risultato? Un vantaggio per tutti. Per la qualità della vita dei nostri anziani e per la serenità delle nostre famiglie.

Qualità dell’aria e buona longevità  

Tanto semplice e troppo trascurato, è il fatto che un’atmosfera pulita e libera da inquinanti riduce i rischi legati a malattie cardiache e polmonari, con ripercussioni direttamente misurabili sull’intera aspettativa di vita. Ce lo suggerisce facilmente la logica ma, nel caso servissero conferme empiriche, a ribadirlo è anche un recente studio della Harvard T.H. Chan School of Public Health fondato sull’analisi dei dati relativi alle concentrazioni di polveri sottili registrati in 51 metropoli. Un’evidenza che ha quindi impatto su ciascuno di noi e, in misura maggiore, sui soggetti più fragili.

Lasciamo dunque la cornice urbana e con queste premesse andiamo a posare la lente d’ingrandimento sulle strutture per anziani dell’Oltrepò Pavese, territorio collinare in provincia di Pavia che si è distinto negli ultimi anni proprio per la varietà d’offerta nei servizi d’assistenza per anziani. Un esempio concreto di come la salubrità dell’ambiente costituisca un valore aggiunto, integrando i vantaggi di qualità, vicinanza e, non da ultimo, costo. Ecco perché…

Le residenze per anziani dell’Oltrepò Pavese, un modello virtuoso

Il territorio dell’Oltrepò Pavese si è consolidato nel settore della cosiddetta Silver Economy anche per via della geografia indubbiamente favorevole: distante solo 30 minuti da Pavia, meno di un’ora da Milano e facilmente raggiungibile anche dalle province di Genova, Alessandria e Piacenza. Per questo negli ultimi decenni si è strutturata una vasta offerta rivolta alle famiglie in cerca di una sistemazione professionale per gli anziani.

In queste strutture, oltre all’aspetto della vicinanza ai grandi centri cittadini (fondamentale per mantenere visite e relazioni costanti), troviamo servizi d’alto livello e costi sensibilmente inferiori rispetto alla media delle realtà metropolitane. Su questi presupposti spicca allora il tratto distintivo di un ambiente sano, pulito e tipicamente appenninico, che costituisce un piccolo baluardo alle porte della pianura padana.

Considerazioni che trovano un puntuale riscontro proprio nei rapporti sulla qualità dell’aria sviluppati periodicamente da ARPA Lombardia. Un plus non certo trascurabile, di cui tener conto quando in famiglia si fanno queste dovute considerazioni, che vedono il coinvolgimento del proprio caro. Si tratta, lo sappiamo, di scelte rilevanti da cui deriva inevitabilmente un grande senso di responsabilità personale.

Nel quadro tracciato risulta insomma che a parità di requisiti, invertire alcuni parametri per orientarsi in primo luogo verso la bontà dell’ambiente potrebbe comportare solo benefici, diretti e indiretti. L’Oltrepò Pavese è un esempio virtuoso in questo senso, lo dimostra il crescente numero di residenze per anziani che hanno aperto le proprie porte negli ultimi decenni, consolidando velocemente una rete di servizio per la terza età… ma non è certo l’unico territorio capace di esprimere un potenziale simile.

Ci si augura che questa formula venga presto adottata anche altrove, perché qui siamo di fronte al più classico incontro di domanda e offerta che, se mantenesse al centro il valore della qualità ambientale, potrebbe avere ricadute sociali positive per tutti. Specialmente per i soggetti più anziani, non dimentichiamolo.

Sponsorizzati