fbpx

Rasatura perfetta: ecco 5 oggetti da possedere

rasatura-perfetta-come-ottenerla

Ottenere una rasatura perfetta o “a regola d’arte” è importante capire quali siano i prodotti giusti per ottenere questo risultato.

Soprattutto la parte pratica nel ripetere quasi quotidianamente i passaggi porterà a rasature degne dei migliori barbieri.

5 oggetti per una rasatura perfetta:

Un rasoio da barba o shavette: è un pratico rasoio, dalle dimensioni leggere e compatte che ti permettono di ottenere una rasatura della barba veloce, precisa ed efficiente. Ovviamente è richiesta un’abilità decisamente avanzata nel: inserire e rimuovere una lametta da barba e capire la giusta angolazione. Anche la manualità nel raderti con una singola lametta dipende molto dalla tua esperienza pregressa. Questo magari se hai già utilizzato un rasoio a mano libera per raggiungere una rasatura perfetta, impedendoti di tagliarti o ferirti in maniera indesiderata.

  1. La giusta lametta da barba: scegliere la lametta da barba corretta per la propria tipologia di barba, dalla sensibilità della pelle e dalla densità dei peli sul viso è ormai il giusto modo di approcciarsi al mondo della rasatura tradizionale. Esistono varie tipologie di lamette, in base alle esigenze: la migliore lametta da barba per shavette a mio modo di vedere è l’Astra.
  2. Un sapone da barba: anche il sapone da barba riveste un’importanza fondamentale quando si tratta di rasatura perfetta. Infatti scegliere il sapone da barba migliore ti consente di predisporre la pelle ad una rasatura più piacevole ed accogliente. Radersi non diventerà una monotona abitudine, ma un piacevole rituale di benessere interiore. Il sapone d’acqua insieme all’acqua andrà ad aprire i pori, facilitando l’asportazione del pelo tramite shavette o rasoio da barba. Ci sono diverse marche note di saponi da barba, tra le più conosciute troviamo: Proraso, Cella e Vitos.
  3. Un pennello da barba: il pennello da barba servirà da veicolo per montare una schiuma densa e corposa sul tuo viso, in modo di ammorbidire il viso. In questo modo appunto riuscirai ad ammorbidire il pelo e a rendere il viso pronto per l’effetto della lametta, davvero aggressivo e deciso. Potrai scegliere tra due alternative: il montaggio in ciotola, sfruttando la capacità del pennello di inglobare l’aria e infine sul viso, dove si sfrutta l’acuità del mento per creare una schiuma densa e cremosa.
  4. Stick emostatici: Gli stick emostatici sono in genere dei piccoli bastoncini, tipo fiammiferi che servono a spegnere il rossore dei taglietti. Se sei alle prime armi con il rasoio, specialmente quello mano libera o shavette i rischi di qualche taglietto o irritazione iniziali è alto. Ma, se vuoi tenere a bada il rossore dovuto all’affilatura della lama, allora ti consiglio di tamponare sempre, dopo ogni rasatura le zone arrossate o sanguinolente con uno stick emostatico. Se ne trovano sia su internet che tramite fornitori di prodotti per acconciatori e sono davvero utili grazie all’effetto astringente ed emostatico dell’allume di rocca.

Cos’altro serve per una rasatura ottimale?

In modo da ottenere una rasatura eccellente, occorrono esperienza e moltissima pratica. Questo perché serve capire prima di tutto la natura della tua barba ed i suoi peli:

  • Sottili: sono i cosiddetti peli vellus, ossia quasi invisibili ad occhio nudo
  • Medi: è un pelo medio facilmente asportabile tramite la rasatura o comunque dopo aver ammorbidito per bene il viso
  • Doppi: serve montare una schiuma ed un sapone da barba ottimo per rendere il pelo più morbido ma anche per proteggere la pelle dall’effetto aggressivo della lametta.

Ma estrema importanza ce l’hanno anche i versi della barba, infatti come per i capelli anche la barba ha vari versi o “ritrose”. Talvolta radere in un verso contrario a quello del pelo potrebbe causare delle spiacevoli ferite o sanguinamenti che sono sempre spiacevoli.

Col tempo riuscirai sempre meglio a valutare la natura del verso della tua barba ed a capire come puoi raderti senza fare danni, che è la cosa più importante da fare.

Torna su