fbpx

Quando e perché affidarsi al botox? La parola agli esperti

lips-2122146_1920

Quando e perché affidarsi al botox? Al di sotto di quale età non bisognerebbe ricorrervi? Queste sono solo alcune delle domande che circondano il mondo dei ritocchini estetici e oggi cercheremo di rispondere in modo chiaro, affidandoci al parere degli esperti.

Difatti abbiamo contattato gli esperti di botox di Verona e abbiamo cercato di capire qual è il giusto approccio per questo genere di trattamenti estetici.

Cos’è il botox?

Per prima cosa cerchiamo di capire cos’è il botox e come funziona. Si tratta di una tossina botulinica che trova largo impiego non solo in estetica ma anche in medicina. Il botox, propriamente chiamato tossina botulinica, è una neurotossina che viene prodotta a seguito di botulismo.

Si tratta di una patologia batterica che provoca la paralisi muscolare e che viene trattata soprattutto nelle carni destinate al consumo alimentare. L’impiego di questa tossina in medicina estetica è destinato al trattamento di piccoli difetti del viso, sebbene vi siano anche impieghi medici per la cura di talune malattie neurologiche.

A dire il vero è anche largamente impiegato per i problemi di salute legati all’eccessiva sudorazione o a chi soffre di spasmi muscolari. Quindi è una tossina largamente impiegata e conosciuta in medicina che, per quanto riguarda l’estetica, può dare al viso una nuova forma ringiovanita, tonica e compatta.

Quando ricorrere al botox?

Si tratta di una decisione molto personale che ti invitiamo a discutere con il tuo medico estetico di riferimento. Difatti la necessità di attenuare i difetti del volto può avere diverse declinazioni e sarà l’esperto a decidere quale sarà il miglior trattamento in base all’età e ai risultati che desideri ottenere.

D’altro canto è importante capire che si tratta di una decisione da prendere anche in base al nostro rapporto con il corpo e con il nostro aspetto esteriore. Per questo non va presa con troppa leggerezza, soprattutto perché bisogna considerare le potenziali controindicazioni e non solo.

Ogni quando sottoporsi ad un trattamento botox?

Dipende. Il risultato è molto personale e varia in base all’età, alla condizione del volto e a tutta una serie di fattori che personalizzano il trattamento. Di norma l’arco temporale entro cui ci si sottopone ai trattamenti successivi oscilla dai quattro agli otto mesi ma tutto dipende da come la pelle risponde alle iniezioni localizzate.

Cosa è importante sapere?

Il trattamento non è doloroso ma per talune persone potrebbe risultare certamente invasivo. Quindi anche i giorni successivi alle iniezioni localizzate sono molto importanti, così come quelli precedenti.

Sarà dunque l’esperto a informare il paziente su quali accorgimenti adottare a livello alimentare e non solo. Per esempio sono sconsigliati taluni farmaci, integratori o alimenti prima di sottoporsi ad una seduta di botox e, al tempo stesso, sarà importante monitorare i sintomi che lo seguiranno.

A volte il trattamento provoca fastidio localizzato e altri sintomi che bisogna monitorare per accertarsi che sia andato a buon fine. La qualità e la resa dipendono non solo dal soggetto che si sottopone al botox ma anche dalla preparazione dello specialista, per cui è sempre raccomandato rivolgersi ad esperti davvero qualificati.

Sponsorizzati