fbpx

Lo Psicologo troppo prudente

psicologo-roma-prudente

Psicologo psicoterapeuta: chi è e cosa fa?

Lo psicologo psicoterapeuta è un professionista che ha iniziato a svolgere in maniera regolare e regolarizzata la sua professione da pochi anni. Soltanto nel 1989 è stata emanata la legge n. cinquantasei che ha definito e regolamentato la professione dello Psicologo.

Leggi anche: Coronavirus e acqua del rubinetto, smontiamo la bufala

Per questo ha dovuto affrontare tante diffidenze è si è molto impegnato per guadagnarsi una buona reputazione sociale. Fatto che stando alle ricerche effettuate è riuscito riscuotere mediamente una buona considerazione e approvazione. Noi pensiamo che questo necessario bisogno di approvazione abbia indotto lo psicoterapeuta a dover rinunciare a occuparsi anche della

Questo professionista quotidianamente nel suo lavoro di psicoterapeuta, più di altri, si trova a registrare dove, quando e come si è originato il disturbo. Probabilmente se si occupasse anche della prevenzione, necessariamente andrebbe a pestare i piedi a componenti politiche, culturali e sociali.

Cosi si è ritagliato l’ambito d’intervento nella psicoterapia, nella cura: meno soggetto a suscitare conflitti che magari avrebbero reso la vita difficile. Attualmente l’Italia continua a essere al primo posto, rispetto al resto d’Europa, per il numero di Psicologi. Si contano circa 100.000 psicologi (iscritti all’Ordine Nazionale) Quando nel 2020 arrivano notizie tipo: ISTAT – In Italia nascono solo 67 neonati a fronte di 100 decessi.

La comunità degli psicologi dovrebbe preoccuparsene e intervenire. Noi pensiamo che se qualcosa di simile dovesse accadere ai pinguini della Groenlandia ci sarebbe una sollevazione generale di esperti, politici, animalisti, ambientalisti.

Succede alla nostra comunità e come se nulla fosse successo, la notizia scivola come una delle tante e viene portata al macero dal vento. Noi siamo convinti invece che rappresenta un grave segnale sullo stato della salute in generale e che bisognerebbe intervenire bene, magari studiando in quale realtà avvengono questi fenomeni e in quale no, quali variabili hanno un peso rilevante.

Sigmund Freud ebbe sei figli, mi domando se lui sarebbe intervenuto sul tema o avrebbe sorvolato anche lui. Io credo che sarebbe intervenuto, come fece con altri argomenti, per esempio con la sessualità infantile, sfidando il comune pensare d’allora, e le autorità scientifiche e culturali al potere del tempo. Roma.

Roma, Luglio 2020

Vitttorio Mendicino – info@psicologiaeterapia.it – Psicologo Roma 

Leggi anche: Come Aiutare un Cocainomane che Non Vuole Essere Aiutato

Sponsorizzati
Torna su