fbpx

L’assistenza ai disabili, un aiuto fondamentale per le famiglie

Assistenza disabili Bologna

Le persone affette da disabilità, un vero esercito fantasma

Quasi tutte le persone associano la disabilità alla limitazione motoria, anche se, in realtà, sono ben più diffuse le disabilità intellettive.

È probabile che dipenda dal fatto che si sente spesso parlare di barriere architettoniche o parcheggi per disabili. Ma le persone costrette su una sedia a rotelle sono solo una piccola parte di quello che è un vero e proprio esercito di disabili, più di quattro milioni solo nel nostro Paese!

Nei casi più gravi, queste persone non possono essere lasciate a loro stesse, è necessario assisterle e accudirle con continuità e questo compito grava quasi sempre sui famigliari.
L’assistenza ai disabili è un problema reale che non viene affrontato con la giusta attenzione da parte delle istituzioni.

L’assistenza ai disabili, un aiuto fondamentale per le famiglie

Una famiglia, che ha a carico una persona disabile, deve sopportare un peso davvero grande.
È un impegno che non ha tregua, l’assistenza va fornita 24 ore su 24, 7 giorni su 7, una vera fatica, sia fisica che psicologica.

In alternativa, non resta che il ricovero in qualche struttura di lunga degenza.
A meno che non ci si rivolga ad un servizio di assistenza domiciliare professionale, per avere l’aiuto necessario ad evitare, o almeno ritardare, il ricorso all’ospedalizzazione.

Farsi affiancare da un operatore competente è come prendere una boccata d’ossigeno dopo che si è stati troppo a lungo sott’acqua. Si recuperano le energie e ci si sente meno soli a dover affrontare le sofferenze dei propri cari.

Certe patologie sono davvero difficili da gestire, basti pensare ad un malato di Alzheimer, che può avere degli eccessi di aggressività. Anche le cure quotidiane più semplici diventano una grande fatica.

Doversi prendere cura di una persona disabile non può, e non deve, diventare una condanna.

Un servizio di assistenza alle persone disabili serio e affidabile

Il supporto e l’assistenza di un operatore possono fare una netta differenza nella qualità della vita dell’assistito e, anche, dei suoi famigliari.
Il suo intervento deve essere calibrato in base al tipo di disabilità della persona e alla sua autonomia, sempre nell’ottica di migliorarne le condizioni generali.

L’assistente dovrà occuparsi di molti aspetti della vita del disabile, della sua cura, dell’igiene e dell’alimentazione, nonché della sua socialità.

È un lavoro complesso, che richiede un grande senso di responsabilità e un carattere equilibrato, per riuscire a restare lucidi e obbiettivi, nonostante la fatica.

Perciò, è bene non mettersi nelle mani di una persona poco preparata, si rischia di compromettere una situazione di per sé già piuttosto complicata.

Un’assistenza fatta in modo serio e meticoloso la possono offrire solo realtà strutturate che conoscono le problematiche legate alla disabilità e sono in grado di affrontarle con professionalità.

Professione: assistente disabili

Molte famiglie sono restie a ricorrere ad un assistente per i propri cari malati o disabili perché temono di dover sostenere un carico economico troppo gravoso e non trarre un effettivo beneficio dal suo intervento.

È vero che ci sono agenzie specializzate che hanno tariffe improponibili. Più passaggi ci sono e più aumenta il prezzo, e, nel caso di una agenzia, sul lavoro dell’operatore deve esserci un margine di guadagno anche per chi procura l’impiego.

Eppure, ci sono anche realtà che riescono ad offrire un’assistenza disabili professionale senza pretendere onorari eccessivi.
Come la Cooperativa Passione e Competenza, specializzata in assistenza disabili a Bologna.

I soci di questa cooperativa sono gli stessi che svolgono gli interventi, è una formula che funziona molto bene. Gli operatori hanno una formazione professionale adeguata e sempre aggiornata e lavorano con un entusiasmo e un impegno differente da chi deve cedere parte dei propri guadagni ad un intermediario.

Strutture di questo tipo vanno incontro alle esigenze delle famiglie in modo concreto, fornendo loro l’aiuto di cui hanno bisogno per assistere i propri cari, senza taglieggiarle.
Auguriamoci che di esempi come la Cooperativa Passione e Competenza ne possano sorgere altri.
L’esercito silenzioso dei disabili e le loro famiglie, attendono.

Sponsorizzati

analizziamo il tuo sito gratis

scopri quanto vale il tuo sito

Inserisci l’url e la mail nei campi di seguito.