fbpx

Contrastare le molestie

D

Contrastare le molestie! Il metodo dei 5 passi. Con questo programma pensato e promosso ci si pone l’obiettivo di contrastare la violenza e le molestie attraverso la condivisione della cultura e delle buone pratiche.

Cos’è la molestia, cosa implica per la vittima e definizione giuridica

La molestia è un atto o un atteggiamento messo in atto a discapito di un altro soggetto che non gradisce o apprezza le attenzioni ricevute. Da parte della vittima si configura come una sensazione di disagio che implica reazioni di sofferenza e imbarazzo.

Il programma nasce dalla volontà di mettere a disposizione strumenti utilizzabili da chiunque per porre rimedio alle molestie in qualunque contesto.

Un recente studio dell’ente di ricerca Ipsos e della Cornell University evidenzia l’86% delle persone intervistate  riferisce di non avere un’idea di come contrastare rimedio alle molestie né subite né assistite. Inoltre un solo un quarto delle donne che ha partecipato alla ricerca riferisce di aver ricevuto aiuto  ad uscire dalla spiacevole situazione dalle molestie subite.

Infine lo studio rivela un dato impressionante, infatti il 78% delle persone intervistate risulterebbe essere stata vittima di molestia almeno una volta. Dati che rispecchiano quelli riportati dall’Istat e dal Senato.

Naturalmente i lockdown, le restrizioni e le regole del distanziamento sociale hanno modificato i dati e se da un lato le percentuali di molestie nei luoghi pubblici si è ridotta, dall’altro sono aumentate le cybermolestie e le violenze domestiche.

In prospettiva di un ritorno a ritmi e consuetudini di vita caratteristici dei tempi pre-pandemia è importante prepararsi e affinare gli strumenti per evitare che insieme alle piacevoli attività di shopping, tempo libero, sport di gruppo, e alla frequentazione di mezzi pubblici, bar, cinema, teatri, stadi, eccetera torni anche la spiacevole e illecita usanza della molestia.

Come fare per porre contrastare le molestie

Questo programma rappresenta un sistema di prevenzione. In altre parole, il progetto prevede la formazione della popolazione generale. Lo scopo è quello di trasmettere informazioni e buone pratiche utili nel caso in cui si assista ad un atto di molestia.

I promotori si sono posti l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di cittadini possibile, arrivando entro breve tempo a formare almeno un milione di persone. il concetto fondamentale è che maggiore è il numero delle persone in grado di fornire aiuto in caso di molestia con il metodo delle 5D e maggiore tutela sarà garantita alle potenziali vittime.

Il metodo richiede di mettere in atto 5 semplici comportamenti:

  1. distrarre; Contrastare le molestie 1

  2. dare sostegno;

  3. delegare;

  4. dimostrare;

  5. dire.

Psicologi e psicoterapeuti posso dare aiutare le vittime dirette ma sono in grado anche di fornire sostegno e informazioni agli eventuali testimoni.

Sponsorizzati