Come scegliere e comprare il materasso antidecubito

Quando la degenza a letto diventa costante per patologie croniche, disfunzioni motorie, o in seguito ad interventi chirurgici, è bene premunirsi contro le piaghe da decubito. Si tratta di vere e proprie ferite che vengono a formarsi con l’attrito tra il corpo e il materasso non idoneo ad ospitare per lungo tempo una persona. Con il passare del tempo e senza l’adozione di sistemi adeguati, queste piaghe possono portare a conseguenze ben più gravi come infezioni o infiammazioni profonde.

Come evitare le piaghe da decubito? Premunirsi di supporti adatti per il degente è d’obbligo: per questo vi sono materassi antidecubito adatti ad ogni esigenza.

Come identificare un materasso da decubito

Un materasso da decubito è un presidio sanitario che permette al degente, che non può muoversi in modo adeguato, la formazione di edemi o piaghe. Garantisce una facilità nei movimenti, mantenendo igiene e pulizia. È essenziale per un ambiente dove sostano pazienti per lungo tempo.

Nello specifico, il materasso antidecubito si riconosce dalla superficie. Questa infatti, viene ricoperta di una lastra traspirante e morbida. Vi sono diverse tipologie variabili a seconda delle esigenze del fruitore. Vi sono materassi adattabili alla posizione del paziente grazie a dei cuscinetti gonfiabili, altri che rendono il materasso più comodo, altri con sensori che calibrano la protezione a seconda della pressione.

Poiché rientra nei dispositivi medici di classe I, l’acquisto di un materasso da decubito è soggetto a detrazioni ai fini IRPEF per spese sanitarie.

Tipologie di materassi antidecubito

Per poter scegliere il materasso antidecubito più adatto è bene tenere conto di alcuni fattori essenziali: l’età del paziente, il suo peso, la struttura del fisico e la patologia da cui è affetto. Il mercato propone diverse alternative che potranno essere adatte a tutte le esigenze di comodità.

  • Il materasso ad acqua che potrà essere riempito in modo variabile. La particolarità del modello sta nella fluttuazione proveniente dal liquido. Questo riesce a distribuire il peso del paziente in maniera uniforme, evitando la formazione di piaghe.
  • Il materasso a gonfiaggio alternato invece, è utile quando il rischio di piaghe da decubito è alto. Si gonfia e si sgonfia grazie ad un compressore che funziona ciclicamente, regolando l’immissione di aria.
  • Il materasso fluttuante è uno dei risultati di recenti ricerche scientifiche e si basa sulla valutazione del peso di chi lo utilizza. Utile per chi ha subito gravi lesioni alle ossa e quindi soggetti ad un rischio altissimo di piaghe da decubito.
  • Il materasso a cessione si adatta a tutte le posizioni assunte dal paziente. Grazie alla superficie che presenta dei fori, si immette aria tiepida. Mentre, i materassi a fibra cava funzionano come dei coprimaterasso, utili per uniformare il peso del paziente su tutta la lunghezza del materasso. Genera comodità per chi è a basso rischio di lesioni e ha un peso ridotto. Utile per gli anziani.

I benefici del materasso antidecubito

Il materasso antidecubito è utile perchè riduce la sofferenza e il fastidio di chi è soggetto l’immobilità. Porta benefici alla circolazione del sangue e aumenta le condizioni di comfort del paziente. Ogni scelta però, è soggettiva. Per questo, è bene avvalersi della consulenza di esperti che possano guidare la scelta del materasso da decubito. Consulta il sito www.sanort.com per avere maggiori informazioni sui migliori materassi da decubito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *