fbpx

Portoni industriali nei cantieri navali e aeroportuali

portoni hangar

I portoni industriali che soddisfano le richieste stringenti di aeroporti e cantieri navali sono aperture di grandi dimensioni che garantiscono elevate prestazioni.

Sul mercato dei portoni automatizzati di grandi dimensioni vi sono diversi modelli che si adattano alle singole strutture, agli spazi degli aeroporti e al flusso di merci e persone dei cantieri navali.

Scopriamo quali sono le caratteristiche che devono avere i portoni di tipo industriale per arricchire le attività che vengono svolte quotidianamente da porti e aeroporti.

Come sono fatti i portoni industriali per hangar e depositi navali?

Realtà come i cantieri navali e i grandi spiazzi presenti negli aeroporti sono fortemente colpiti dagli attacchi del vento. Le strutture che ospitano i mezzi, le merci e i macchinari necessitano quindi di una protezione che assicuri la massima sicurezza.

I portoni industriali sono in grado di tenere sempre attive le attività di porti e aeroporti, eliminando il timore di possibili disservizi e impedimenti causati dal passaggio dall’ambiente interno a quello esterno (e viceversa).

Le porte per gli hangar e i depositi navali servono anche a proteggere queste realtà dall’azione degli agenti atmosferici. Alcune tecnologie, con l’arrivo delle forti piogge, della neve e della grandine cominciano a dare segni di cedimento. Ciò non accade con i portoni coibentati di alta qualità.

I produttori di portoni industriali che sappiano mettere a disposizione di cantieri navali e aeroporti un buon numero di chiusure industriali si contano sulle dita di una mano. Quando si è alla ricerca del produttore italiano è importante non sbagliare.

Tra le problematiche che i portoni industriali sono in grado di attenuare vi è quello dell’inquinamento acustico, problematica che caratterizza le attività marittime e aeroportuali.

Per annullare l’inquinamento acustico, il portone installato nei pressi di porti e aeroporti deve essere robusto e resistente, isolante e coibentato.

Tra le caratteristiche ricercate da chi deve gestire le attività logistiche marittime e aeroportuali vi è anche la velocità di apertura e chiusura del portone industriale.

Anche se si tratta di porte di grandi dimensioni, quando si ha a che fare con aerei, altri mezzi e importanti carichi di merci, la chiusura non deve creare ulteriori rallentamenti. Gli spostamenti tra un immobile e l’ambiente esterno deve avvenire con il massimo della semplicità e senza andare ad occupare ulteriore spazi in fase di apertura.

A chi richiedere dei portoni industriali?

Come accennato sopra, la fase di ricerca del produttore di porte industriali è delicato. Lo scenario italiano mette in tavola una serie di produttori che sono in grado di soddisfare anche le più particolari richieste di porti e aeroporti.

Il fatto di saper personalizzare al 100% il proprio prodotto non è una caratteristica che si addice a tutti i produttori. Altro criterio di scelta è l’utilizzo delle materie prime; chi pensa alla qualità opta per materiali Made in Italy o al massimo andando a pescare nell’eccellenza europea.

Per concludere, una volta che si è alla ricerca del produttore di porte rapide di tipo industriale è importante fare una breve ricerca e capire chi è sul mercato da diversi anni e che sappi offrire, oltre alle chiusure industriali, anche la professionalità e l’esperienza di un settore in pieno sviluppo come quello della logistica.

Sponsorizzati