fbpx

Sulle tracce di Diabolik

Sulle tracce di Diabolik 1Nell’immaginario di molti lettori di fumetti, è presente una ladra fascinosa e aristocratica, bionda.

Questo personaggio ha dovuto aspettare il terzo albo dedicato a un anti eroe per apparire. Quest’ultimo era molto ma molto diverso dagli stereotipi dell’epoca. Tuttavia, pur arrivando in ritardo, essa si è conquistato un ruolo non rimpiazzabile. O quasi. A questo punto non è difficile identificarla: è Eva Kant. E lui non può essere altro che Diabolik, che l’1 novembre compie sessant’anni di presenza nelle edicole. Questo protagonista, per quanto sinistro, e per quanto non possa fregiarsi del titolo di ladro gentiluomo, come in altre letture, è comunque dotato di un proprio codice di onore.

La figura cupa di Diabolik accende la fantasia e le aspettative dei ragazzi degli anni ’60 e riesce ad arrivare – con un seguito di lettori piuttosto importante – fino al terzo millennio. Per i più curiosi, pare che – o almeno così vorrebbe la leggenda – che l’idea per l’invenzione di Diabolik sia nata in seguito alla lettura da parte di Angela Giussani, di un personaggio noir francese. Comunque, la sua figura è in genere collegata alla fantasia di ambedue le sorelle Giussani. Così come non si può non nominare la casa editrice Astorina che credette da subito in un personaggio che ha mosso la cultura popolare.

Celebrazioni

Nell’ambito delle varie celebrazioni, iniziate già dall’anno scorso con incontri di appassionati, appunti sociologici, il film dei Manetti Bros, eccetera, si segnala anche un romanzo uscito recentemente, All’ombra di Diabolik (PlanetEdizioni, pag. 362). È stato pubblicato da Mimmo Parisi, già autore del fortunato Nemmeno il tempo di un abbraccio.

La trama di All’ombra di Diabolik muove dalla figura del cupo personaggio di Angela Giussani, ma quasi presto si emancipa da esso. Lo spazio delle pagine è quindi dedicato a una figura che stilisticamente è in bilico tra Diabolik e il mondo cartoon Marvel: Ombre Noire. Altri coprotagonisti sono, Carole Black, che ha un rapporto affettivo con il protagonista; l’ispettore Durand, deciso ad assicurare alla giustizia Ombre Noire; Bastien, un chimico in pensione che aiuta come può il protagonista reduce da una società non proprio egalitaria.

Sponsorizzati