fbpx

Separazione e divorzio senza l’intervento del Tribunale

Studio legale Simone Angelici

Dal 2014 anche in Italia la separazione dei coniugi e il divorzio sono diventati più semplici da ottenere e certamente con tempi meno lunghi di quelli che caratterizzavano i procedimenti davanti all’autorità giudiziaria.

Lo strumento che ha introdotto la nuova disciplina è quello della negoziazione assistita che è nato con il fine di sgravare i tribunali italiani di una parte rilevante dei procedimenti per cui era richiesto l’intervento di un giudice.

L’esigenza di diminuire le pendenze davanti ai tribunali ha ottenuto anche altri risultati interessanti per le parti: 

  • sveltire le pratiche necessarie per ottenere la separazione e il divorzio; 
  • diminuire notevolmente le spese del procedimento;
  • risparmiare ai coniugi lo stress psicologico del procedimento per via giudiziale.

In pratica la negoziazione assistita è un accordo tra i coniugi per cui è prevista la forma scritta e l’assistenza di uno o più avvocati. Non può avere ad oggetto diritti indisponibili o inerenti al diritto del lavoro ed è alternativa alle analoghe procedure che prevedono un ricorso al giudice opzione che comunque permane nel nostro ordinamento ed è necessaria per tutti quei casi in cui i coniugi non riescano a raggiungere un accordo.

Separazione e divorzio consensuali: in cosa consistono?

La separazione è un procedimento che sospende gli effetti del matrimonio civile, ma non lo scioglie. È uno status per sua natura passeggero che può finire o con la riconciliazione dei coniugi o con il divorzio che invece pone fine agli effetti del matrimonio. 

La procedura consensuale per ottenere separazione e divorzio consiste, come si è già detto, in un accordo in cui le parti stabiliscono i loro rapporti successivamente alla separazione o al divorzio, e redigono di comune accordo un documento con l’assistenza di un legale che stabilisce le condizioni economiche e l’affidamento dei figli.

L’accordo in seguito viene omologato dal Tribunale competente che ne accerta la legittimità e l’opportunità delle condizioni oggetto dell’accordo. Qualora il Tribunale riscontri irregolarità o un eventuale pregiudizio nei diritti dei figli, provvederà a convocare i coniugi indicandogli le modifiche da apportare all’accordo.

La presenza di uno o due legali è fondamentale per la validità dell’accordo. A Bologna lo Studio legale dell’Avvocato Angelici svolge l’attività di assistenza nella separazione e divorzio consensuali anche con il gratuito patrocinio a spese dello Stato.

Lo Studio dell’Avvocato Angelici offre la sua competenza di avvocato penalista e civilista  dando la massima garanzia di affidabilità anche nelle attività di negoziazione assistita. A garanzia di questo si pone l’esperienza degli avvocati dello studio e la specializzazione nelle questioni inerenti al diritto di famiglia.

Sponsorizzati