fbpx

Saes Getters: social video per raccontare il lockdown

Video social Saes

Saes Getters è una multinazionale italiana: rappresenta un’eccellenza nel sistema produttivo globale, senza avere mai spostato l’ headquarter dal nostro paese.

Le ricerche, la produzione e l’attività connessa al deposito costante di brevetti su nuovi materiali avvengono all’interno dei diversi impianti. Ma il polo di ricerca è nei laboratori di Lainate, nei presso di Milano

E’ attiva principalmente nel settore dei getter e dei “materiali funzionali“, a memoria di forma. Sono caratteristiche particolari che li rendono adatti all’impiego in settori diversi come domotica, automotive, elettronica, acceleratori, purificazione gas oltre ad altri ambiti sempre in aggiornamento.

Saes Getters e il “non lockdown”

Saes Getters è stata una delle prime aziende che in Italia hanno adottato le misure ponderate ma ineluttabili per contenere il virus: misure talmente ben studiate da essere recepite in breve nei direttivi nazionali e regionali.

Parallelamente al primo caso di Covid 19 in Italia, l’azienda decide di chiudere gli impianti lombardi e, garantendo un permesso retribuito, chiede ai dipendenti di fermarsi presso la propria casa, anticipando di molto le decisioni del governo.
Il giocare di anticipo  ha dato modo alla società di mettere a punto delle ‘’best practice’’, convertite poi in vari protocolli e permesso di riaprire rapidamente poco dopo. Nell’unica settimana di chiusura, Saes Getters si è occupata di far sanificare gli spazi, cambiare i turni e disporre le procedure e le protezioni adeguate; così non si è verificato alcun contagio.

I processi di manifattura sono rimasti operativi al 100%, gli altri sono stati gestiti in smartworking tra video call e videconferenze in streaming 
L’équipe che ha gestito la stesura di norme e protocolli di sicurezza, ha fatto un lavoro particolarmente curato, assicurando il distanziamento sociale e contenendo le presenze nel sito, tanto che non si sono verificati contagi.

Alla ripresa delle attività nel polo di ricerca di Lainate, la società da divulgato una serie di video per canali social in cui racconta quanto è accaduto, oltre a come sia stata gestita la pandemia.  Social video che contengono e raccontano pensieri e dichiarazioni dei lavoratori (sia quelli presenti nei laboratori che quelli che hanno lavorato in smartworking), oltre alle dichiarazioni del Presidente Massimo della Porta, in merito alla misure legate alla pandemia e a come sia stata affrontata.

Si tratta di video per social network che intendono testimoniare la ripresa dei lavori in azienda, focalizzandosi sulla rapidità di Saes Getters nel reagire all’emergenza sanitaria, anticipando le misure del governo. Dipendenti e ricercatori raccontano sensazioni e emozioni diverse, spesso contrastanti, provate prima e dopo la scoperta della pandemia, facendo luce su aspetti spesso tralasciati: è stata una chiave di lettura interessante per vedere tutte le procedure adottate durante la fase del lockdown. L’attenzione dimostrata risulta essere un fattore molto importante anche per il benessere delle famiglie dei lavoratori.

Video social e video tutorial per formazione interna

I video social fanno parte di un sistema di formazione fatto di tutorial e video istruzioni su come rapportarsi alle nuove procedure per poter operare serenamente e senza rischi durante la particolare crisi sanitaria. Video che vengono diffusi in diretta streaming nella loro interezza sulla piattaforma interna all’azienda

Interessante osservare come l’azienda abbia approfittato di questo periodo per iniziare presso la propria struttura una linea produttiva dettata dal contingente: la produzione del getter per termo scanner.

Anticipando lo stop, il gruppo ha potuto operare al massimo, gestendo le sempre più crescenti domande dai clienti di tutto il mondo. Saes Getters conta in Italia 500 dipendenti e ha devoluto 500 mila euro agli enti di ricerca su Covid19

Giuseppe Galliano Studio
C.so Cavallotti 24
28100 NOVARA ITALY
www.giuseppegalliano.it

 

Sponsorizzati