fbpx

Cosa portare con se in escursione? meglio un’ascia spaccalegna o un coltello da Bushcraft?

Ascia Spaccalegna o coltello in escursione

Assicurarsi di avere con se il miglior equipaggiamento è indispensabile per affrontare al meglio un escursione. Sebbene molti possono essere gli oggetti ritenuti indispensabili per affrontare al meglio il viaggio, in tanti sono gli appassionati che al fine di vivere la natura nel modo più selvaggio decidono di equipaggiarsi solo del proprio coltello da caccia.

Sebbene questa può sembrare per molti una scelta eccessiva, bisogna tenere presente come oggi esistano diverse varietà di coltelli ideati per svolgere innumerevoli funzionalità. In particolare si fa riferimento ai coltelli da bushcraft. I coltelli che si fa comunemente rientrare nella categoria coltelli da bushcraft si caratterizzano in particolare per una serie di aspetti.

Leggi anche: Tapparelle fotovoltaiche: una nuova fonte di energia in casa

Quali sono le caratteristiche di un coltello da Bushcraft? Questo è un normale coltello da caccia?

Il primo è sicuramente la lama a cordolo pieno o anche detta Full Tang. Questa caratteristica è indispensabile per identificare una lama come coltello da bushcraft.

Ciò in particolare perché i coltelli da bushraft nell’immaginario collettivo sono utilizzati per fare booting e cioè per rompere piccoli tronchi con il solo utilizzo della lama posizionata sullo stesso a tipo incudine e colpita ripetutamente con un altro tronco.

Effettuare la tecnica del booting con un coltello non a cordolo pieno significherebbe con molta probabilità rompere il coltello, non adatto a svolgere tale attività.

Molti di questi coltelli da bushcraft, oltre ad essere full tang, sono spesso dotati sul retro della loro lama, di un acciarino accendifuco da utilizzare per accendere con le scintile piccoli focolai senza bisogno di un accendino.

In questa breve descrizione, abbiamo già una piccola idea di quante attività è possibile svolgere con solo un coltello, se si dispone dello strumento giusto.

Detto questo quindi vi starete chiedendo allora, se è possibile svolgere tutte queste attività equipaggiati solo di un coltello da bushcraft, perché dovremmo avere con noi anche un’ascia spaccalegna, seppure di piccole dimensioni?

Leggi anche: Leggere fa bene: 3 motivi per farlo fare ai tuoi bambini

Perché portare con noi un’ascia spaccalegna di piccole dimensioni può essere utile in escursione?

Come è dunque chiaro anche voi, un’ascia da spacco non è uno strumento necessariamente indispensabile, molte delle attività che possono essere svolte con un’ascia spaccalegna, possono essere svolte con un coltello da bushcraft, se si tratta di tronchi di piccole dimensioni.

Ciò che sicuramente non è però equivalente è il tempo e la fatica che si impiega per ottenere il medesimo risultato.

Spaccare un piccolo tronco con un coltello da bushcraft è sicuramente un’attività fattibile, spaccare più tronchi con solo un coltello da bushcraft è sicuramente un’attività più impegnativa ed è per questo che in questi casi consigliamo di rifornirsi di una piccola ascia spaccalegna come ad esempio può essere la Fiskars X5.

In conclusione:

Scegliere l’equipaggiamento migliore per affrontare al meglio le proprie escursioni è sicuramente indispensabile per vivere al meglio la propria gita nella natura. Tantissime sono le soluzioni in questo senso, ciò che va tenuto bene in considerazione è che non è possibile avventurarsi privi dell’equipaggiamento adeguato e se scegliere un coltello come strumento principale su cui fare affidamento, è bene assicurarsi che questo abbia le caratteristiche adeguate per evitare brutte sorprese.

Sponsorizzati
Torna su