fbpx

Come aprire un’agenzia pubblicitaria?

agenzia di pubblicitaria

Hai sempre sognato di aprire un’agenzia pubblicitaria?

Sei dentro questo settore o hai appena finito gli studi o un corso di formazione? Ecco i requisiti e una sintesi dell’iter burocratico da svolgere per portare a termine la nascita della tua agenzia pubblicitaria.

Intanto devi sapere, ma lo saprai già visto che vuoi aprire un’agenzia pubblicitaria, che per ogni attività commerciale o che fornisce servizi è importante presentarsi ai potenziali clienti e quindi, farsi conoscere nel mercato e attirare nuovi clienti.

Ovviamente per un agenzia pubblicitaria è più semplice perché conosce già diversi strumenti per attirare clienti ma, ti assicuro che per quanto possa sembrare semplice attirare clienti, in fondo in fondo non lo è, perché l’approccio col cliente (generalmente all’oscuro o quasi di come bisogna muoversi e gestire la pubblicità e le campagne pubblicitarie online e offline) non è mai semplice, le agenzie pubblicitarie si trovano spesso a istruire i propri clienti sul funzionamento dei propri servizi:

  • Gestione social media marketing;
  • Campagne pubblicitarie online come google ADS
  • SEO posizionamento sui motori di ricerca
  • Progetti grafici come immagine coordinata, creazione logo, brochure di presentazione
  • Grafica e servizi tipografici correlati.

E’ semplice capire come un’agenzia pubblicitaria può rappresentare il fulcro essenziale nel mercato odierno per chi vuole mettersi in proprio. Creare un’agenzia non è semplice ma neanche impossibile, anzi rispetto a molte altre professioni ed attività devo dirti che non è così costosa, basta un computer, i rispettivi software, una stampante laser per presentare i bozzetti, un luogo che può essere un piccolo studio o, se stai iniziando anche una stanza di casa.

Guadagni di una agenzia pubblicitaria

Beh non esiste uno standard sui profitti, l’unica cosa che esiste sono le tue capacità, la tua competenza, esperienza e soprattutto l’amore che metti quando svolgi il tuo lavoro.

Professionisti indispensabili per mettere su un’agenzia pubblicitaria:

  • Graphic designer
  • Web designer
  • Web master
  • Copy
  • Account

Ovviamente non è necessario avere dentro tutto questi professionisti, comporterebbe un grosso investimento per te che stai per aprire, quindi ti consiglio di appoggiarti a freelance e professionisti di fiducia che lavorano a progetto. Funziona così, anche io che ti sto scrivendo uso questa formula per ottimizzare i costi, anzi, se dovessi aver bisogno di una mano per qualche progetto puoi contattarmi, ecco, questa è la mia agenzia pubblicitaria formata da me e da vari freelance. Contattami pure 🙂

Bisogna però sottolineare che per avviare un’agenzia pubblicitaria serve avere delle specifiche conoscenze nel settore, averle maturate attraverso un preciso percorso di studi, oppure attraverso l’esperienza acquisita nel campo lavorativo magari aver lavorato in una agenzia di pubblicità e marketing.

Conoscere il funzionamento dei principali media come: la televisione, internet, la stampa, tutto ciò è fondamentale per saper consigliare al meglio il cliente e garantire dei risultati finali soddisfacenti.

La prima tappa fondamentale per avviare un’agenzia pubblicitaria o in generale una qualsiasi attività, è realizzare un business plan menzionando tutto ciò che deve essere fatto per mettere in piedi l’azienda. I servizi su cui puntare, la strategia di marketing e promozione da attuare, fino alla localizzazione dello studio – locale in cui esercitare l’impresa. Bisogna mettere su, uno ad uno tutti i mattoni e valutare tutti gli aspetti, mattoncini che cimenteranno le basi della propria attività.

Passiamo adesso alla cosa più rognosa la burocrazia per aprire la tua agenzia pubblicitaria.

Gli adempimenti burocratici non sono differenti da quelli per tutti gli altri generi di attività. Per prima cosa bisogna individuare il naming e registrare la nuova società, successivamente richiedere l’emissione della partita iva (codice che andrà ad identificare univocamente l’azienda). Secondo step, recarsi presso la Camera di Commercio, iscrivere l’azienda anche al registro delle imprese in modo da rendere pubblica la nuova società. Oltre a quanto detto vanno ovviamente aperte le opportune posizione INPS e INAIL.

Fatto questo bisogna farsi seguire da un tecnico (geometra o ingegnere) per presentare al Comune la richiesta di SCIA ovvero la segnalazione Certificata di Inizio Attività e attendere 30 giorni, dopo i quali in regime di silenzio assenzo è possibile aprire la propria agenzia pubblicitaria.

Una delle cose che ti consigliamo per l’avvio della tua agenzia pubblicitaria è sicuramente la fase iniziale, dove tutte le procedure iniziali devono essere fatte in modo corretto e puntuale. Spesso non è semplice seguire da soli tutta la procedura per cui ti consigliamo di farti assistere da persone specializzate per farti aiutare a svolgere queste mansioni burocratiche.

Costi per aprire un’agenzia pubblicitaria

Beh, dipende… dagli obiettivi, dai servizi offerti e di conseguenza dal numero di persone che ci lavoreranno.

 

Spero di averti dato un’idea generale su quello che serve.

Che dire di più, in bocca al lupo! 🙂 

Sponsorizzati