fbpx

I costi della patente B

autoscuola patente b

Per la maggior parte delle persone, quando si hanno diciotto anni giunge il momento di prendere la patente B, quella necessaria per portare l’automobile. Ciò ha rappresentato per milioni di ragazzi la libertà e l’indipendenza raggiunte.

Nell’articolo proviamo a mostrarvi i costi che necessitano ad ogni ragazzo o ragazza per conseguire questa patente.

Costi iniziali della patente B

La prima cosa da considerare sono i costi fissi, quelli iniziali, per poter poi procedere con tutti i passi necessari per diventare un neopatentato.

Vi sono infatti tutta una serie di spese di ordine burocratico. Sono infatti richiesti alcuni documenti, e per ognuno è prevista una relativa spesa.

  • certificato medico (costo 50 euro);
  • marca da bollo dal valore di 16 euro;
  • certificato anamnestico (costo 16 euro);
  • totale di due versamenti aggiuntivi dal costo di 16 euro ciascuno;
  • versamento per la Motorizzazione Civile dal costo di 26 euro e 40 centesimi;
  • versamento per il Ministero dei Trasporti dal costo di 26 euro e 40 centesimi;
  • fotocopie del documento d’identità (con un costo che è variabile).

Viste globalmente, le spese iniziali hanno un costo complessivo di 200 euro circa, viste appunto le voci precedenti

Costo del corso alla scuola guida

Successivo costo da dover affrontare è l’iscrizione al corso di scuola guida e inoltre la frequentazione delle lezioni relative. Sono frequentabili corsi teorici, con i quali potrete fare esercizio nei quiz, aumentando di molto le possibilità di superarli.

L’iscrizione ha un costo variabile in base alla posizione geografica, in linea di massima porta costi per 200, 250 euro circa. Se invece si vuole affrontare l’esame da privatista, senza partecipare quindi alle lezioni, si arriva ad ottenere un risparmio totale sulle 100, 150 euro circa. C’è da considerare però che l’utilità del corso teorico di scuola guida è notevole.

Costo della singola guida

Quando avrete superato la prova teorica, il passaggio immediatamente successivo sarà il passaggio alla pratica: sarà necessario esercitarvi con l’automobile, guidando su strada.

L’autoscuola di vostra fiducia, dove siete di iscritti, vi fornisce a questo punto il foglio rosa, con durata complessiva di sei mesi, consentendovi due tentativi di superamento dell’esame pratico.

Nel caso foste privatisti, è obbligo svolgere sei ore di guide come numero minimo di lezioni pratiche, sostenendo una spesa di almeno 150, 200 euro.

Le singole guide hanno un costo sui 40 euro.

Costo dei libri

La spesa per i libri può variare tra i 12 euro e i 20 euro. Non è sicuramente la spesa maggiore da affrontare per prendere la patente B, ma concorre insieme alle altre spese sia al costo complessivo, sia nell’essere funzionale all’obiettivo.

Costo per rifare gli esami

Nel caso di doppia bocciatura all’esame teorico, sarà richiesto un secondo pagamento dei 100 euro di iscrizione. Nel caso di non superamento dell’esame, sarà possibile ripeterla dopo un mese e un giorno dal giorno della bocciatura.

Costo totale della patente B

Ma alla fine, quanto è il costo complessivo della patente B?

Unendo tutte le voci elencate, si può arrivare a pagare una cifra compresa tra 750 euro e 900 euro.

Variabili che influenzano il costo totale, il luogo della scuola guida e le possibili bocciature. Nel caso si facessero un numero maggiore di guide, la spesa totale aumenterà di un qualche centinaio d’euro.

Sponsorizzati