fbpx

Sempre più amanti del vino preferiscono l’online: Boom di vendite per i vini Italiani

Acquista del Vino online su InstaWinery

L’acquisto di vini online sta diventando sempre di più una abitudine

Si leggono continuamente ormai articoli relativi agli E-Commerce del vino, poiché questo ormai è diventato il trend ed il canale principale per il commercio enoico nel mondo.

A sottolineare il potenziale di questo mercato nei paesi del mondo è stato il report di Wine Intelligence, “Global Wine E-Commerce”, che ha analizzato numeri e comportamenti degli amanti del vino in: Australia, Canada, Cina, Hong Kong, Irlanda, Singapore, Stati Uniti e Gran Bretagna.

Suddividendo i consumatori in due categorie: “utenti”, ossia quelli che hanno acquistato almeno una volta del vino online, e “promettenti”, coloro che prendono in considerazione l’idea, in futuro, di acquistare online del vino.

In Cina 52,6 milioni di consumatori di vino hanno acquistato una bottiglia online negli ultimi sei mesi, ed il 75% è pronto a scegliere l’e-commerce in futuro.

In Usa, il mercato più grande forte al mondo, solo 73 milioni di consumatori abituali hanno acquistato vino online negli ultimi sei mesi, ma la percentuale di chi è pronto a rivolgersi al web è del 58%. Percentuali identiche a quelle della Germania: 25,8 milioni di consumatori di vino hanno fatto acquisti online negli ultimi sei mesi, il 56% li farà in futuro.

Un potenziale enorme nella Gran Bretagna dove 35,9 milioni di consumatori di vino hanno già fatto acquisti online, e il 69% li farà nel prossimo futuro.

Ma chi sono i  cosidetti “wine lovers” che hanno scelto l’online?

La maggioranzia di questi sono uomini, solitamente giovani, abituati agli acquisti online con una certa frequenza. In Germania la maggioranza sono donne, di età medio-alta e che spendono mediamente molto poco per una bottiglia di vino. In Gran Bretagna non c’è grande differenza tra uomini e donne tra chi sceglie di acquistare vino online, l’età è leggermente più alta della media, così come la frequenza di acquisto.

Gli amanti del vino di origine cinese che acquistano vino negli e-commerce, invece, sono in media i più giovani in assoluto, con una maggioranza di uomini, ma non di molto, questi hanno la maggior capacità e frequenza di spesa rispetto a tutti gli altri paesi.

Quali sono i mezzi di comunicazione di queste Piattaforme?

In vetta tra le piattaforme di marketing c’è Facebook, subito dopo YouTube, Netflix, e Instagram; in UK: WhatsApp, Facebook, YouTube, Netflix; mentre in Germania cambia solo l’ordine degli ultimi mezzi d’informazione: i consumatori di vino tedeschi utilizzano principalmente WhatsApp, Facebook, YouTube e Netflix; in Cina i social e le piattaforme più popolari non solo le stesse del mondo occidentale, anche se il funzionamento e la popolarità sono praticamente le stesse: la comunicazione online si svolge su WeChat, TikTok, iQIY, Baidu e weibo.

Ma nonostante tutti i mezzi di informazioni che abbiamo il mezzo principale di marketing del vino è ancora offline. Al primo posto rimane sempre il caro e vecchio passaparola. A seguirlo però anche le informazioni che si trovano sugli scaffali dei negozi, i motori di ricerca, i commenti sui siti di shopping online, gli articoli dei quotidiani e quelli dei magazine di settore, i social per il momento rimangono ancora all’ultimo posto.

Quali sono le principali piattaforme?

In Italia rimangono in vetta le solite tre piattaforme: Tannico, Vino.com e Signor Vino, anche se ogni giorno nascono competitor sempre più promettenti come nel caso di InstaWinery, specializzato nella vendita di vini italiani di qualità, vista la sua crescita e la quantità di bottiglie in continuo aumento sulla piattaforma è solo questione di tempo prima che si unisca tra le grandi piattaforme.

Sponsorizzati