fbpx

Ristrutturazione casa, casale, rudere o villetta: cosa sapere

Ristrutturare casa cosa sapere prima di acquistare

Molte vecchie proprietà italiane comprate dalle giovani coppie hanno bisogno di lavori di restauro, rinnovo e ristrutturazione.

Basta pensare alle numerose fattorie o i numerosi casali che sono stati costruiti nel 18 e il 19 secolo per poi essere spesso abbandonate.

In generale, l’atteggiamento italiano per i vecchi edifici è quasi di negligenza totale e molte di essi rischiano letteralmente di crollare.

Un’abitazione venduta in stato bisognoso di opere di ristrutturazione (da restaurare o ristrutturare) di solito necessita effettivamente di un lavoro sostanzioso (ri-costruire è forse il termine più idoneo).

Per proprietà parzialmente rinnovate s’intende di solito un edificio abitabile, in cui esiste almeno il sistema sanitario e le utenze principali, ma che il resto ha bisogno di essere ricostruito o rifatto.

Una buona parte delle proprietà decrepite in vendita sono rovine (ruderi) che si compongono soltanto di pochi muri senza neanche il tetto.

Prima di comprare una proprietà che ha bisogno di essere ristrutturata, è fondamentale ottenere la stima esatta del lavoro da svolgere (capitolato, planimetria) da parte di un tecnico edile o da parte di una ditta di ristrutturazioni attendibili.

Dovete richiedere un preventivo dei costi per essere sicuri al 100% dei costi legati alla ristrutturazione, dato che accadde spesso che la cifra lievita notevolmente in un secondo momento.

Prima di comprare una proprietà che richieda di opere di ristrutturazione, rifacimento o rinnovo, dovreste considerare tutte le possibilità.

Può essere spesso più vantaggioso ed economico comprare una proprietà parzialmente o completamente ristrutturata piuttosto che acquistare una vecchia casa che dovrà essere completamente rifatta, a meno che non avete l’intenzione di eseguire la maggior parte del lavoro da soli o con l’aiuto di amici esperti.

Se la vostra proprietà acquistata richiede diversi lavori di ristrutturazione, il primo passo dovrebbe essere quello di contattare un geometra attendibile, un professionista cui investe il lavoro di architetto, ingegnere ed ispettore.

 

Aiuto di un tecnico per ristrutturare e seguire i lavori di ristrutturazione

Su Edilnet.it è presente un elenco online con i migliori geometri d’Italia, sono divisi per zona di competenza e in ogni profilo aziendale sono (molto spesso) presenti delle recensioni di utenti che hanno richiesto un servizio al geometra stesso.

Gli incarichi principali di un geometra sono legati alle domande di progettazione (un geometra locale potrebbe conoscere le “persone giuste” nel “posto giusto”), compilando i prospetti e le descrizioni necessarie per il lavoro d’ispezione e di ristrutturazione.

Il geometra sarà il vostro interlocutore per tutto il progetto di ristrutturazione per cui dovreste affidarvi a un vero esperto del settore, soprattutto se non potete essere presenti durante i lavori di ristrutturazione.

Un geometra farà regolarmente dei sopralluoghi e/o quando verranno effettuati i pagamenti stabiliti. Un geometra capace Vi fornirà informazioni dettagliate e vi informerà sull’andamento dei lavori.

Il costo di un geometra si aggirano di solito attorno al 5 e al 10 % del valore del lavoro da eseguire, ma dipendono anche dall’ammontare di lavoro che il geometra deve effettuare.

Quando si parla di ristrutturazione è importante verificare che i muri di una proprietà siano stabili e senza crepe. Qualsiasi abitazione (casa, appartamento, villa, villetta, bilocale, palazzo, casale, rudere, ecc.) che presenta muri danneggiati o difettosi è da non prendere in considerazione, perché di solito è più economico costruire un nuovo muro anziché ristrutturare l’esistente!

Qualunque altro danno può essere quasi sempre risolto in qualche modo a costi moderati. È altrettanto importante avere un tetto stabile che rende l’edificio resistente all’acqua è impermeabile.

Non fidateVi delle parole di un venditore o di un agente che vi dice che un tetto o qualsiasi altra cosa può essere riparato o ristrutturato senza problemi e investimenti ingenti, chiedete invece il consiglio di un esperto.

Gli edifici vecchi spesso necessitano anche della ristrutturazione o del rifacimento o addirittura della ri-costruzione di porte e finestre, della cucina, del bagno, della riparazione degli impianti elettrici e del riscaldamento centralizzato.

Particolare attenzione bisogna fare alle ristrutturazione nelle zone sismiche.

Le ristrutturazioni strutturali possono essere effettuate usando un’Unità Minima d’Intervento – detta UMI (ecco la spiegazione di UMI dal sito della Gazzetta Ufficiale) secondo cui i muri e le strutture contigue edilizie nei centri storici vengono rinforzate, fornendo una maggiore resistenza contro le scosse sismiche. In alcune aree, per esempio in Toscana, questi rafforzamenti sono obbligatori per qualunque lavoro di ristrutturazione. Il rafforzamento UMI contribuisce con un 15-25 % ai costi di ristrutturazione.

– Se questa mini guida sulla ristrutturazione della casa ti è piaciuta, condividila con i tuoi amici.

Grazie!

Torna su