fbpx

Pronto Intervento Assistenza Bentel Roma

Siamo al lavoro, impegnati nel terminare un progetto oppure nel bel mezzo di una riunione importante ma il cellulare inizia a vibrare ed il numero che compare è quello di un vicino di casa.

Ci assentiamo per qualche minuto dalla nostra postazione, scusandoci con il capo e con i colleghi e lo ricontattiamo per sentirci dire che il nostro allarme di casa sta suonando.

Il primo pensiero è che qualcuno sia entrato nel nostro appartamento in nostra assenza ma quando arriviamo constatiamo con sollievo che la porta di casa è chiusa e che non ci sono segni di effrazione.

Tiriamo un sospiro di sollievo, niente ladri e niente segnali di intrusione.

Allora perché l’antifurto di casa ci ha contattato? Cosa non funziona?

Per dare una risposta a queste domande possiamo contattare il servizio di pronto intervento assistenza Bentel a Roma.

Perché l’allarme Bentel suona a vuoto?

Quando l’allarme suona a vuoto diventa una fonte continua di falsi allarmi e questo può indurci a non attivarlo quando usciamo di casa oppure a non dargli peso quando il combinatore telefonico ci chiama o ci invia un messaggio sul cellulare, con il rischio che, una delle volte nelle quali decidiamo di ignorarlo, in casa ci sia veramente un intruso.

Cosa può fare l’assistenza Bentel a Roma in casi come questi?

Per prima cosa individuare il mal funzionamento oppure il guasto e risolverlo nella maniera più veloce e meno costosa possibile.

L’allarme sonoro viene spesso innescato dal progressivo esaurirsi delle batterie al piombo che si trovano nella centrale Bentel e nella sirena esterna.

Una volta che il livello di carica delle batterie scende sotto alla soglia considerata “sicura” dalle impostazione dell’allarme, il sistema ci avvisa dell’anomalia attivando il suono della sirena esterna.

Come detto, questo può costituire un duplice problema perché, prima di tutto senza dubbio disturba il vicinato che, nelle prime occasioni nelle quali si verifica l’allarme sonoro può dimostrarsi comprensivo e solerte, salvo poi indispettirsi quando questa situazione si ripete nel tempo.

Poi c’è l’effetto “al lupo al lupo” assolutamente da evitare, ossia quando un allarme suona spesso a vuoto alla fine si smette quasi di sentirlo non dandogli importanza ed è così che in molte occasioni i ladri riescono ad introdursi nelle abitazioni.

Assistenza Bentel a Roma: il cambio delle batterie

Come per qualsiasi altro intervento manuale su apparecchiature elettroniche ed elettriche, prima di poter mettere mano all’allarme di casa dobbiamo valutare se abbiamo le dovute competenze per agire oppure se sia un bene contattare un tecnico qualificato.

Partiamo con il dire che le batterie dell’allarme sono l’alimentazione di emergenza di un allarme Bentel a filo mentre sarebbero la fonte primaria se l’allarme in questione fosse wireless e quindi senza fili.

Questo vuol dire che l’allarme è collegato alla corrente elettrica e che sfrutta le batterie soltanto quando questa manca.

Una volta scaricata la batteria che supporta la centrale o la sirena esterna, il sistema segnala lo scarico attraverso il suono della sirena, questo anche se la corrente è tornata e quindi l’allarme appare perfettamente alimentato e funzionante.

Nonostante il ripristino della corrente, la batteria in questione va comunque sostituita per evitare che in caso di una futura mancanza di elettricità le batterie non dispongano della carica sufficiente per far funzionare l’allarme.

Come possiamo essere sicuri che il guasto dipende dalla batteria (o dalle batterie) in esaurimento?

Possiamo interrogare il sistema per farci dare la risposta direttamente da lui:

  • Individuare la centrale di allarme che di solito è corredata da una tastiera con display (almeno per i modelli più recenti).
  • Alla sinistra del display della tastiera sono presenti una serie di simboli, tra i quali un triangolino che segnala pericolo (può essere l’ultimo nella parte bassa). Quando il triangolino è acceso è presente un guasto identificato dalla centrale.
  • Sempre sulla tastiera, ma questa volta immediatamente sotto al display, troviamo il tastierino alfa numerico sul quale dobbiamo andare ad identificare l’enter che potrebbe trovarsi nell’ultima fila dei tasti.
  • Premendo il tasto enter una sola volta il display ci mostrerà il guasto, riportando, nel caso della batteria scarica, la dicitura :” Guasti sistema batteria bassa” (o simile).

A questo punto abbiamo la certezza che una o più batterie sono scariche e quindi da sostituire.

Contattare l’assistenza Bentel a Roma significa non rischiare di causare danni involontari all’impianto come conseguenza di azioni improprie perché, per sostituire una batteria non basta aprire la centrale, la sirena o l’apparecchiatura che genera il mal funzionamento e quindi l’allarme sonoro, ma è necessario portare il sistema in modalità installazione e poi attuare le manovre necessarie che, se non si dispone di una certa esperienza, potrebbero non essere svolte in maniera del tutto corretta.

Dopo quanto tempo è consigliabile cambiare le batterie dell’allarme?

Questo può dipendere dall’umidità alla quale sono esposte le apparecchiature che contengono una o più batterie, dalla frequenza di funzionamento dell’allarme e dalla frequenza con la quale le batterie devono sopperire all’assenza di corrente.

Di solito in un allarme con i fili il cambio pile può avvenire tra i tre ed i cinque anni e comunque non appena l’antifurto Bentel inizia a dare il via all’allarme sonoro o quando pensiamo di allontanarci da casa per lunghi periodi.

La sostituzione delle batterie Bentel è veloce ed economica, anche per questo non è indicato soprassedere perché il rapporto costo/benefici è senza dubbio molto favorevole.

Sponsorizzati