fbpx

Indagini termografiche: cosa sono e a cosa servono

termocamera

Non è insolito che in un immobile antico si verifichino problemi di infiltrazioni d’acqua. L’esposizione prolungata agli agenti atmosferici, l’usura naturale della struttura, alcune manutenzioni carenti o distratte possono contribuire a creare situazioni di infiltrazioni d’acqua.  A volte è semplice cogliere i segnali più ovvi, come le macchie di umidità sul soffitto, in altre occasioni la perdita d’acqua resta occulta, ovvero non immediatamente visibile ad occhio nudo.

È utile comprendere che nel secondo caso i rischi sono consistenti. Da un lato c’è un evidente rischio per la salute degli occupanti dell’immobile: la crescita progressiva di umidità dei muri favorisce lo sviluppo di muffe e batteri che possono creare un’atmosfera insalubre. Dall’altro lato i rischi riguardano la struttura, poiché l’umidità, senza un freno può espandersi ed aggredire un’ampia area (muri, pavimenti, colonne portanti) richiedendo lavori di risanamento che, economicamente, possono risultare molto onerosi.

Come intervenire per trovare la perdita?

Qualcuno tende a contattare l’idraulico di fiducia, pensando che possa essere la migliore soluzione. Niente di più sbagliato. Un comune idraulico, al fine di trovare la predita e stimare l’estensione del danno da infiltrazione, tende a scegliere una via invasiva. Ciò significa rompere i muri per controllare lo stato di tubazioni e condotte nella speranza di identificare e localizzare la perdita. Questo approccio, oltre che costoso, è completamente obsoleto.

Esistono infatti diverse ditte specializzate nella ricerca perdite d’acqua che riescono ad intervenire tramite indagini non distruttive. Si tratta di analisi che consentono di acquisire tutte le informazioni necessarie senza dover demolire o alterare parti dell’immobile.

Le metodologie impiegate sono molteplici, e variano a seconda del contesto operativo. Tra queste possiamo citare le indagini termografiche, l’utilizzo di gas traccianti, le analisi acustiche tramite geofono o l’impiego della tomografia elettrica. In questo post ci soffermiamo sulle indagini termografiche.

Tramite apposite termocamere, ovvero videocamere ad infrarossi, è possibile rilevare la differenza di temperatura attraverso un muro o un pavimento. Questo permette, prima di tutto, di comprendere quanto è esteso il danno da infiltrazione e quali parti dell’immobile ne sono interessate. In secondo luogo l’indagine termografica permette di cogliere indizi circa l’origine della perdita d’acqua o dell’ infiltrazione. L’esatta localizzazione della perdita sarà identificabile con l’impiego combinato di altre tecniche di indagine.

La termografia può essere anche un valido supporto per le operazioni di mappatura dei sottoservizi, ovvero la corretta localizzazione delle tubature che portano acqua, dei cablaggi elettrici, e di tutti quegli impianti che normalmente sono interrati. Conoscere l’esatta posizione e profondità dei sottoservizi appare cruciale quando arriva la necessità di intraprendere una ristrutturazione profonda dell’immobile e si vuole evitare ogni possibile danno o disagio.

È fondamentale comprendere che l’utilizzo corretto di una termocamera può risultare estremamente utile ad acquisire delle informazioni sulla struttura, ma richiede anche delle competenze necessarie alla lettura ed alla interpretazione dei dati.  Affidarsi al fai da te, magari noleggiando una termocamera, non è certamente una buona idea e può non essere sufficiente a risolvere un problema di infiltrazioni d’acqua. Contattare professionisti esperti di analisi termografiche consente di ottenere risposte chiare e offre l’indubbio vantaggio di pianificare un intervento edile estremamente circoscritto, limitandone l’impatto economico.

Un’analisi svolta da personale ha un ulteriore beneficio anche in termini di rapidità. Se, per esempio, è presente una perdita d’acqua dall’impianto di riscaldamento, intervenire con tempestività riduce i disagi e permette di intervenire in maniera veloce e precisa. In tal modo l’impianto manterrà la sua funzionalità e non si verificheranno sprechi d’acqua che possano impattare negativamente sulla bolletta.

Sponsorizzati