fbpx

Bolletta dell’acqua esagerata: cosa fare?

soldi

Una delle peggiori sorprese che si può ricevere è senz’altro una bolletta dell’acqua esagerata. Nonostante le nostre abitudini non siano cambiate abbiamo appena scoperto che l’importo è andato alle stelle e non sappiamo darci una ragione. Se non si tratta di un mero errore contabile dell’azienda che fornisce il servizio allora è arrivato il momento di correre ai ripari.

Esistono infatti buone probabilità che si tratti di una perdita occulta. Una perdita viene definita “occulta” quando non è immediatamente identificabile ad occhio nudo (come invece accade quando notiamo un rubinetto che perde o un sanitario che rilascia acqua). In questa situazione dobbiamo ipotizzare che la perdita sia localizzata sotto il pavimento o all’interno di un muro. In tal caso anche una piccola lesione in una tubatura può condurre ad un significativo spreco di acqua.

Se la situazione non viene rapidamente chiarita, identificando tempestivamente il punto esatto in cui si verifica la perdita, c’è il rischio che i costi in bolletta mostrino una vera e propria impennata. Ma esiste anche un’ipotesi peggiore: l’acqua progressivamente si insinua nei muri, nelle fondamenta o sotto il pavimento arrivando a creare danni strutturali nell’immobile. Diventa quindi fondamentale trovare le cause in modo rapido e porvi rimedio affidandosi a professionisti.

Cosa può fare l’idraulico

Molte persone, prese alla sprovvista dalla nuova situazione, scelgono di rivolgersi all’idraulico di fiducia, che può essere un ottimo riferimento per le perdite d’acqua manifeste (ma molto meno per quelle occulte). L’idraulico infatti non sempre dispone degli strumenti necessari per localizzare una perdita e cerca di “indovinare” quale tubo sia la causa del problema. Con l’aiuto di una ditta edile, suggerisce di demolire alcune porzioni dei muri andando a caccia delle tubazioni danneggiate.

Inutile dire che procedere per tentativi può risultare molto costoso per il cliente: ogni buco nel muro dovrà infatti essere risistemato dalla ditta edile che lo ha creato. Procedendo in questa maniera la perdita viene individuata solamente dopo diversi tentativi, che faranno lievitare a dismisura i costi di intervento.

È utile sapere che questo procedimento non solo si rivela costoso, ma nella stragrande maggioranza dei casi è completamente inutile. Come procedere allora?

Cosa può fare una ditta specializzata in ricerca perdite d’acqua

Grazie alle moderne tecnologie è possibile individuare una perdita d’acqua o una infiltrazione con metodi molto più moderni ed efficaci. Stiamo parlando delle cosiddette “indagini non distruttive” ovvero una serie di analisi finalizzate a raccogliere dati circa lo stato delle tubazioni senza la necessità di alterare la struttura dell’immobile.

Le tecniche sono molteplici e vengono spesso impiegate in maniera combinata per assicurarsi di localizzare la perdita in modo preciso e rapido. Questa modalità di indagine rappresenta un enorme vantaggio per i clienti. Prima di tutto si evitano inutili costi di demolizione, inoltre è possibile circoscrivere l’area interessata dalla perdita e stimare l’impatto dell’acqua sulla struttura dell’immobile. Quando arriverà il momento di effettuare gli interventi edili di riparazione si potrà intervenire in maniera mirata e conveniente.

Per comporre un quadro più preciso sui servizi di ricerca perdite abbiamo raccolto la testimonianza di Alessio Moretti, titolare di Serteca Ambiente, ditta specializzata in indagini non distruttive con sede a Voghera (Pavia). “L’ambito di utilizzo delle analisi non disruttive è molto ampio. Oltre alla ricerca perdita d’acqua occulte, questi metodi possono risultare utili per localizzare eventuali infiltrazioni (per esempio dal terrazzo) o identificare problemi di pressione sulle condotte presenti in impianti industriali o in impianti antincendio. Esistono anche tecniche finalizzare al monitoraggio dell’intera rete acquedottistica presente su un’area estesa. Questo lascia facilmente intendere che servizi come i nostri possono essere richiesti indifferentemente da privati, aziende o dalla Pubblica Amministrazione”.

Un controllo approfondito delle tubazioni è cruciale per minimizzare gli sprechi e contenere le spese non necessarie. Questo permette di evitare bollette esagerate e preservare con attenzione l’acqua, un bene che spesso tendiamo a dare per scontato, ma che in futuro avrà un grande valore.

Sponsorizzati