fbpx

Perché pubblicare solo post originali?

Perché pubblicare solo post originali?

Un numero sempre crescente di aziende e di professionisti sceglie di farsi conoscere proponendo i propri prodotti e servizi attraverso il web.

Un metodo sempre più apprezzato per ottenere visibiltà nel web è quello di pubblicare contenuti e post nei blog, in siti web aziendali/personali e sulle piattaforme social.

Ma perché questa operazione funzioni non basta creare contenuti più o meno coerenti con il tema perché, ormai da diverso tempo, i motori di ricerca hanno affinato le proprie capacità di lettura e di interpretazione di un testo, così da decidere se premiarlo o meno.

Per ottenere questo risultato seguono uno schema complesso fatto tra l’altro di algoritmi, di fruibilità dello scritto e dell’utilità che questo potrebbe avere per gli utenti che cercano un determinato argomento, in pratica se quanto scritto offra o meno una risposta ad una specifica domanda dell’utenza.

Questi sono soltanto alcuni dei motivi per i quali scrivere dei contenuti di successo può essere più difficile di quanto si possa supporre.

Ma allora perché pubblicare solo post originali? Non sarebbe più comodo e sicuro prendere un testo di successo e modificarlo quì e là per adattarlo alla specifica esigenza del momento?

Sarebbe certamente comodo ma assolutamente controproducente.

Penalizzare i contenuti copiati

Per dirla con semplicità, i motori di ricerca si prongono, tra gli altri, l’obbiettivo di migliorare giorno dopo giorno la qualità di tutto quanto è possibile rintracciare nel web, così da offrire agli utenti un’esperienza di navigazione sempre più ottimale.

Per far questo devono però operare una “scrematura” premiando quei siti, blog e social che offrono realmente un servizio all’utente, fornendogli una risposta attendibile ad una domanda specifica, quindi, imbattendosi in due contenuti uguali o simili in maniera sospetta (attenzione perché i motori di ricerca possono accorgersi anche di questi) tendono a considerare più attendibile quello pubblicato per primo penalizzando quello inserito successivamente, quando non vengono penalizzati entrambi.

La ripetizione non è quindi solo un intralcio per il motore di ricerca che si trova a dover processare due contenuti uguali o troppo simili, ma anche per l’utente che si trova a leggere i medesimi contenuti, avendo la sensazione di perdere tempo.

Quando un motore di ricerca individua questa “tattica” può penalizzare non solo il contenuto ma anche il sito che lo ospita, facendo ottenere all’azienda o al professionista un effetto negativo invece che positivo come ci si sarebbe potuti aspettare.

Questi solo soltanto alcuni dei buoni motivi sul perché pubblicare solo post originali.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la lunghezza del testo da realizzare perché non tutti i format hanno caratteristiche comuni quindi va prestata attenzione ad adattare la lunghezza del testo alla sua destinazione.

Quanto costa un copywriter

Se parliamo di costi dobbiamo parlare di tipologia di contenuto.

E’ naturale pensare che un post realizzato per un blog abbia un costo differente rispetto ad uno realizzato per un social, questo per una serie di motivi.

Uno è senza dubbio la lunghezza del testo, che nel caso di un blog sarà maggiore rispetto a quella del post per un social. In questo caso il fatto di pubblicare solo post originali può richiedere più tempo.

Altro fattore cruciale è la scelta della parola chiave principale ed eventualmente di quelle correlate, che possono essere stabilite dal cliente oppure possono essere oggetto di ricerca da parte del copywriter che in questo caso potrebbe dover abbozzare un piano editoriale.

Poi c’è l’argomento trattato, perché anche in base a questo possono presentarsi maggiori difficoltà durante la stesura del contenuto alle quali il copy deve sopperire.

Per fortuna è possibile imbattersi in pacchetti promo personalizzati e personalizzabili per risparmiare in caso di realizzazioni in quantità e di ingaggi orari pur senza mai risparmiare sulla qualità, qui trovate un sito di esempio.

Perché si realizzano i pacchetti in promo?

Nel mio caso perchè sono convinto che fornire un buon servizio ad un costo contenuto sia il modo migliore per aumentare le possibilità di continuare a collaborare nel tempo.

Realizzare contenuti sempre unici e mai copiati o riadattati, così che il cliente ottenga e possa pubblicare solo post originali può essere parimenti difficoltoso quando il post è destinato ad un blog (lungo) e quando è destinato ad un social (che accetta solo poche parole).

Questo perché il concetto va trasmesso non perdendo mai di vista l’obbiettivo nel caso di un post lungo e concentrandolo in pochi concetti nel caso di un post breve, entrambe cose queste che richiedono esperienza.

Ritengo importante da sempre avere un primo contatto telefonico con il futurio cliente per stabilire con lui un filo comune che faccia da apri pista per una collaborazione proficua per entrambi, così come non è mia abitudine contare le parole per raggiungere l’obbiettivo, alle volte utilizzandone qualcuna ( o un po’ più di qualcuna) in più per rendere meglio un concetto a beneficio del post.

Sponsorizzati