fbpx

Come impostare una strategia di E-mail Marketing b2b

Email marketing

Le realtà imprenditoriali hanno da sempre sfruttato le campagne DEM per aumentare l’acquisizione di nuovi lead (potenziali clienti).

Nonostante lo sviluppo della tecnologia e delle strategie di web marketing sia ancora in fase iniziale nel nostro paese, l’e-mail marketing ha sempre giocato un ruolo fondamentale anche all’interno di organizzazioni non particolarmente evolute a livello digitale.

Nel campo del business to business però, quale può essere una strategia davvero efficace?

E-mail Marketing

Le campagne DEM sono strategie tra le più diffuse in Italia nel campo del digital marketing e rappresentano attività sicuramente da sfruttare per riuscire ad aumentare il numero di contatti e potenziali clienti. Affidandosi ad una piattaforma professionale che permette l’invio massivo di mail, come Mailchimp, SendinBlue, Active Campaign e così via, è possibile infatti raggiungere una grande quantità di utenti o attività commerciali (se l’azienda opera nel campo del business to business) in modo abbastanza semplice e immediato.

D’altronde, diverse strategie di web marketing non richiedono competenze avanzate per essere configurate.

Questa semplicità di utilizzo è data dal fatto che tutti i vari tools e strumenti maggiormente diffusi devono garantire un certo livello di semplicità nel loro utilizzo, in modo da riuscire a diffondersi nel mercato e ad essere sfruttate da un numero sempre maggiore di utenti e attività commerciali.

Ovviamente, la facilità di utilizzo non implica l’efficacia di una strategia web, che si tratti di una campagna DEM, una su Facebook o una su Google.

La competenza tecnica diventa fondamentale proprio per riuscire ad ottimizzare la strategia, ossia ad impostare tutta una serie di tecniche e procedure mirate a ridurre i costi, aumentare le conversioni e, in definitiva, trovare clienti b2b online.

Strategia digitale b2b

Nell’ambito del B2B l’email marketing può essere davvero una chiave per aumentare in misura esponenziale il numero di nuovi potenziali clienti.

Mentre, infatti, nel B2C diventa molto complesso generare una lista di utenti che hanno già mostrato un interesse verso i prodotti o servizi offerti (senza un loro esplicito consenso non è possibile inserirli all’interno di un funnel marketing, per motivi legati al GDPR), nell’ambito del b2b questa problematica non si pone.

Tenendo in considerazione alcuni requisiti da rispettare anche nell’ambito della comunicazione verso altre attività commerciali, di norma l’utilizzo di indirizzi mail aziendali già visibili online è totalmente consentito dalla legge.

Per questo motivo, può essere fondamentale innanzitutto generare un database profilato attraverso software specifici e dedicati all’estrapolazione di mail dalle varie pagine web presenti in rete. In secondo luogo, sarà necessario impostare una strategia mirata ad identificare l’oggetto, i contenuti e le call to action in grado di produrre una percentuale di conversione adeguatamente elevata.

Per definire queste componenti fondamentali della strategia di email marketing b2b sarà necessario impostare un AB/test, in modo da monitorare e analizzare il rendimento di due campagne DEM distinte.

E tu? Hai le competenze necessarie all’utilizzo di differenti software, tools e strumenti mirati ad ottimizzare le strategie web? Se necessiti di una consulenza in digital marketing, l’agenzia di web marketing AllKeys mette a disposizione soluzioni avanzate volte ad acquisire leads attraverso differenti canali digitali.

Sponsorizzati

analizziamo il tuo sito gratis

scopri quanto vale il tuo sito

Inserisci l’url e la mail nei campi di seguito.