fbpx
Non ti accontentare di un solo link! Scopri il nuovo sito di Article Marketig Italiano di qualità. Doors.it »

5 errori che non deve fare un’agenzia marketing

realizzazione siti internet

Non tutte le agenzie di marketing sono le stesse.

Quando si ha in mente di sviluppare il settore marketing del proprio business, la figura di riferimento dovrebbe essere l’agenzia marketing oppure una web agency.

Ad oggi il marketing è totalmente online e anche le agenzie di marketing tradizionali hanno sviluppato la totale conversione al digitale.

Non tutte hanno però raggiunto la piena consapevolezza delle attività che portano valore alla propria clientela. In questo articolo è doveroso puntualizzare quali sono gli errori da evitare per migliorare la presenza online dei propri clienti.

Pensare alle Vanity Metrics

In ambito social media marketing, le agenzie di marketing offrono alla propria clientela una presenza professionale sui social media di riferimento.

Instagram, Facebook, LinkedIn ma anche TikTok. L’affollamento dei canali social ha reso complicato mettere in mostra i profili della propria clientela.

A quali metriche fare riferimento?

Clienti ma ahimè anche agenzie marketing mirano al raggiungimento di alti numeri, peccato che non tutti i numeri hanno un valore rilevante.

Le metriche di vanità sono i follower, il numero di like e i commenti. Ogni social possiede queste metriche ma, per ognuna delle piattaforme, non fanno altro che sviluppare l’ego di persone singole. Lo scopo dei social, soprattutto per un’attività, è tutt’altro.

Le metriche a cui dovrebbe fare attenzione una web agency (e di conseguenza spiegarle ai propri clienti) sono più che altro le conversioni: quante persone cliccano sul link che rimanda al sito web, quanti utenti finiscono per acquistare tramite l’e-commerce, quanti sono i messaggi che arrivano in chat…

Non significa che le vanity metrics siano inutile ma non è giusto sprecare ogni singola energia per raggiungere un determinato numero di follower, like o messaggi.

Usare i bot per contatti qualificati

A volte la richiesta della clientela è: “Voglio clienti e subito!”

L’agenzia, nella maggior parte dei casi, si trova con le spalle al muro e pur di non perdere il cliente è disposto a sfruttare qualunque strada pur di raggiungere l’obiettivo.

L’agenzia marketing potrebbe installare dei bot che rispondano in automatico con il potenziale cliente, interagire tramite i pulsanti messi a disposizione dai social o ancora un utente robot che risponda alla chat del sito.

Il problema è che l’utente interessato se ne accorge di parlare con una persona fittizia e nella maggior parte di casi perde l’entusiasmo iniziale.

Avere sempre a disposizione una persona pronta a rispondere alle chat e alle interazioni social è importante per un’agenzia marketing.

Un community manager è fondamentale in questi casi. Risulta chiaro che il prezzo finale per la clientela lieviterà ed è giusto che entrambe le parti siano a conoscenza del fatto che la qualità va pagata.

Evitare le campagne Ads

Alcune agenzie vendono la gestione professionale dei social network ma si dimenticano un aspetto fondamentale: la gestione delle campagne Ads.

Un aspetto che ad oggi non è chiaro è che i social network non sono gratuiti. Vero, iscriversi è totalmente gratuito ma un’azienda che li utilizza per farsi pubblicità non può escludere la strada delle sponsorizzazioni.

Facebook, ad esempio, mette a disposizione dei business tutti una serie di strumenti molto sviluppati che permettono alle aziende di farsi conoscere da potenziali clienti. Questi strumenti, però, non sono gratuiti.

Ecco che quindi quando si offre una gestione professionale bisogna sempre associare anche un budget da dedicare alle campagne Ads.

Evitare di aggiornare i siti

La realizzazione di siti internet per la clientela deve essere fatta in maniera professionale. Questo fattore, però, non va scemando con il passare del tempo.

Quando un’azienda si affida ad una web agency è perché non ha molto tempo da dedicare alla propria presenza online e nel settore del marketing.

La web agency deve “coccolare” il proprio cliente anche per il futuro: gli aggiornamenti sul sito sono fondamentali per tenerlo sempre performante. Se ci sono dei plug-in da aggiornare, devono essere prontamente tenuti d’occhio anche per evitare attacchi hacker.

Se ci sono pulsanti che rimandano a social e ad altri siti, è importante assicurarsi che questi ultimi siano sempre funzionanti. Il pulsante che rimanda a Google Plus, ad esempio, deve essere cancellato (visto che non esiste più da tempo).

Fare a meno di un copywriter

Alcune web agency non hanno nel proprio team un addetto al copy.

Un copywriter serve a fornire alla propria clientela una comunicazione sempre attinente al tono di voce dell’azienda.

Un copywriter serve a creare tutti i testi che ottimizzino la presenza online di un business. Il copy permette alle aziende di convertire di più ed essere posizionati al meglio in un settore di riferimento.

Sponsorizzati