fbpx

Digital storytelling di impresa: rappresentare il proprio brand nel 2021

Storytelling. Story Telling Business Technology concept 2021

Il digital storytelling di impresa attraverso i nuovi media

Lo storytelling aziendale è diventato un’esigenza ormai per tutte le imprese. Anche le piccole aziende oggi si raccontano attraverso i diversi canali web, anche se spesso in maniera inconsapevole.

Raccontare di se stessi e del proprio lavoro è ormai quasi d’obbligo, in quanto, tramite il web, chiunque di noi vuole guardare oltre la semplice prima impressione.  

Raccontarsi attraverso il web senza soffermarsi su come lo si sta facendo può diventare controproducente. 

D’altronde, ci si sta già raccontando anche solamente tramite un articolo di blog o un post su linkedin. Quindi, bisogna soffermarsi e capire se quello che si sta comunicando è in linea con l’azienda e tutto ciò che la rappresenta.

 

Si parla quindi digital storytelling quando vi è uno studio alla base della narrativa che l’azienda fa attraverso il medium del web.

Il “racconto digitale” diventa una vera è propria tecnica narrativa che si arricchisce di tutti gli strumenti multimediali  che ha a disposizione con la finalità di dare un messaggio coerente ed efficace e spingere gli utenti a riconoscere il brand e relativo prodotto.

La narrativa diventa ancora più importante quando lo storytelling conduce verso un vero e proprio scopo.

Digital Storytelling di impresa

Digital storytelling di impresa : costruire la narrazione

Se può essere più semplice trasformare in narrazione la storia di un’impresa, diventa più difficile raccontare con uno specifico obiettivo. Ma è questa la sfida maggiore che da più soddisfazione.

Utilizzare tutti gli strumenti digitali per permettere all’utente di muoversi, spesso inconsapevolmente, nello spazio web e trovare più richiami al brand o al prodotto. I vari step del racconto possono essere composti da diversi tipi di strumenti digitali, tra cui serie di post tematici, video aziendali, eventuali landing Page correlate, articoli di blog. Tutto deve raccontare la stessa storia, farla evolvere e condurre in un percorso ben preciso.

Lo storytelling dell’azienda, oltre a parlare di sé o del proprio prodotto, può anche guidare l’utente attraverso incentivi o dandogli anche dei veri e propri insegnamenti, quindi motivandolo per la sua crescita personale o individualità. Questo tipo di approccio, non solo aiuta a sviluppare un’attrazione inconscia verso il prodotto è uno stimolo a saperne di più, ma porta il fruitore anche verso un vero e proprio “sentimento di appartenenza” e gratitudine nei confronti del brand. 

Se l’obiettivo del percorso è far conoscere meglio l’azienda, con questo metodo, sarà l’utente stesso a creare una maggiore affezione ed empatia, parlarne agli altri e quindi, in un certo senso diventarne promotore.

Digital Storytelling di impresa : Da dove cominciare per strutturare uno storytelling digitale funzionale?

Definizione dei quesiti di ricerca.

Cosa deve spingere l’utente a conoscere di più della storia? Quale è il target ideale ? Scopro finale del racconto? 

Selezione degli argomenti principali

Bisogna fare una cernita delle case history e informazioni utili e tecniche che possono essere utile all’utente per conoscere meglio l’argomento. Attraverso questi strumenti, potrà andare avanti nel percorso e quindi avanzare nei successivi step.

Definizione dei dati

Questa è la fase più importante, in quanto qui viene impostata la struttura del racconto. Viene, quindi scritto il soggetto, una sorta di sceneggiatura schematizzata nelle varie tappe del percorso che viene anche definita “ storymap”.

Progettazione delle operazioni

In questa fase vengono definiti gli strumenti digitali che faranno parte delle varie tappe.

Il digital storytelling di impresa si basa proprio su una mappa concettuale che compone il percorso dell’utente.

In questo caso la storymap viene disegnata andando a considerare i media a disposizione, andando a prevedere le possibili interazioni dell’utente. Trattandosi di media differenti tra loro, a seconda dell’obiettivo, è bene considerare che il collegamento tra i due non sia troppo distante, altrimenti il tutto potrebbe passare inosservato.

Attenzione: è bene considerare che il fruitore potrebbe saltare qualcuno di questi step, in quanto poco stimolato. Pertanto, bisogna sempre considerare diverse tappe del percorso allo stesso livello che poi riconducano a un livello intermedio.

Se l’utente non è stimolato da un post o da un articolo, a quel punto può essere ricondotto nel percorso da un incentivo o magari da una serie di video animati volti a raccontare una parte della case history in maniera divertente, rendere il brand eroico o insegnargli qualcosa tramite strumenti teorici concreti.

Realizzazione della parte operativa

Qui viene sviluppata la parte precedentemente progettata. In genere viene realizzato tutto da un tram diversificato specializzato nei diversi media. Attenzione:  L’errore più grande è avere la pretesa che tutti realizzino tutto, perché è quasi certo che la mancata esperienza in uno dei media conduca verso un’interruzione del percorso. Se una landing Page è mal strutturata può anche deviare l’utente a non continuare il percorso semplicemente perché non ha ricevuto i giusti stimoli con le dovute call to action al giusto posto.

Verifica del percorso

Qui vengono messi alla prova i vari collegamenti tra le tappe della storymap. Questa fase di test, oltre a mettere in dubbio che i passaggi siamo abbastanza stimolanti, deve condurre a migliorare l’assemblamento tecnico e semmai a sviilppare ulteriori step Intermedi, il più delle volte tramite strumento alternativo, volti a “riprendere” l’attenzione dell’utente. Attenzione: questa è anche la fase di stress test, in cui la parte tecnica deve essere verificata, come il funzionamento dei link, delle varie pagine online o delle call to action sui diversi strumenti.

Diffusione

Finalmente il tutto viene messo online. La fase di diffusione prevede delle prime settimane di verifica dei risultati. Questa è la prova del nove in cui è possibile davvero capire se la mappa concettuale dello storytelling funzionava e soprattutto i singoli contenuti stimolano l’interazione e chi risponde maggiormente agli stimoli in base alle prime statistiche. In genere è sempre prevista una rettifica dei singoli contenuti o una maggiore spinta di un singolo che ha una maggiore risposta. 

Digital Storytelling di impresa

In conclusione

Quando si sviluppa uno storytelling digitale bisogna considerare questi step finora descritti, i quali sono la corretta evoluzione dello storytelling concettuale che fa parte della nostra cultura. Le nuove tecnologie permettono di allargare sempre più il racconto dando la possibilità di articolarlo maggiormente a seconda della scelta dell’utente, dando così la possibilità di coinvolgere un numero di persone sempre maggiore estendendo la storia a target differenti che ricevono il racconto attraverso media a loro più consoni.

 

Sponsorizzati