fbpx

Preventivo siti web: dal fornitore alla tipologia di sito, come scegliere?

Preventivo sito web

Probabilmente vuoi realizzare in questo 2021 il sito web per la tua attività, ma qual è il costo giusto per un sito web? Perché lo stesso sito, realizzato da diversi fornitori, ha un prezzo diverso e da cosa sono determinate queste differenze di prezzo? Scopriamolo insieme!

Preventivo siti web: la scelta del fornitore

Nel chiedere un preventivo sito web ti sarà capitato di confrontare tabelle di preventivi con grandi differenze di prezzo per lo stesso prodotto. In molti casi il preventivo siti web varia a seconda del fornitore e della tipologia di sito. Quale fornitore scegliere per il sito web?

La prima possibilità è affidarsi a una grande agenzia pubblicitaria, anche se scegliere un team famoso e riconosciuto farà lievitare sensibilmente il preventivo siti web al pari della scelta di un vestito dal miglior stilista della città.

Se avete un budget ridotto il consiglio è affidarvi a una piccola web agency o a un freelance, per sviluppare un progetto al giusto rapporto qualità/prezzo. In questo caso il consiglio è quello di valutare i siti in portfolio e le competenze che vi sono offerte, evitando prezzi troppo bassi che rischiano di portare a siti non curati e ottimizzati per la SEO. Per questo è importante che il preventivo vada oltre la creazione siti web, con attività di manutenzione, aggiornamento, ma soprattutto posizionamento sui motori di ricerca.

Preventivo sito web: come influisce la tipologia di sito

Oltre alla scelta del fornitore, un altro fattore che influisce sul preventivo siti web è la tipologia di sito da realizzare. Il costo del sito cambia a seconda che si tratti di un sito statico, un sito dinamico o un ecommerce.

In particolare, il sito web statico è un sito html con pagine performanti dal punto di vista del caricamento e che viene sviluppato in HTML. Il preventivo varia a seconda del layout, del numero di pagine e delle lingue inserite e può essere integrato con parti dinamiche aggiornabili dal cliente come l’area news e gli eventi.

Il sito dinamico ha un costo superiore e permette ai clienti di pubblicare in autonomia nuovi contenuti grazie a CMS come WordPress o Joomla che rendono possibile la gestione di molteplici pagine di contenuti. Il consiglio, anche se realizzare questi siti è davvero semplice, è quello di affidarsi a professionisti del settore e far includere nel preventivo i costi di manutenzione annuali, che comprendono l’aggiornamento delle funzionalità del CMS.

Il sito ecommerce è sicuramente la tipologia di sito con i costi maggiori e si realizza con piattaforme come Prestashop e Magento. Il preventivo per la realizzazione dell’ecommerce comprende tre fasi:

  • installazione, ovvero la configurazione del sistema di e-commerce;
  • personalizzazione delle impostazioni, come prezzi, carrello e sistemi di pagamento;
  • personalizzazione grafica.

Il consiglio è mettere online il sito il prima possibile, ma mantenere i contatti con uno sviluppatore in grado di assistervi quando si presentano nuove necessità di business.

I costi di hosting e aggiornamento

Un buon preventivo per la realizzazione di siti web comprende i costi di hosting e aggiornamento, fondamentali per il successo del progetto. La scelta di un buon hosting si associa a una maggiore sicurezza, grazie al servizio di backup e assistenza, ma anche a una maggiore velocità di connessione. Come detto, il preventivo deve comprendere i costi dell’aggiornamento del CMS, per la sicurezza del sistema. Anche in questo caso si consiglia di conoscere in anticipo il costo orario per aggiornamento, modifiche di contenuti e di grafica per non avere brutte sorprese.

Sapere quali sono i fattori che influenzano il preventivo permette alla tua azienda di fare scelte consapevoli e avere il miglior sito al prezzo più vantaggioso, ma soprattutto un sito ben posizionato sui motori di ricerca e che porta a sempre nuovi clienti e fatturato.

Sponsorizzati