fbpx

Consulenza per centri sportivi, uno step fondamentale

Quella della consulenza centri sportivi è senza dubbio una novità per le palestre in generale, ma è una carta vincente, soprattutto in questo periodo in cui, dopo la fine della pandemia, tanti centri sportivi hanno fatto esperienza di un vistoso calo delle iscrizioni.

Conoscere a fondo di cosa si occupa la consulenza centri sportivi è il primo passo per comprenderne l’importanza. Vediamolo di seguito.

Consulenza centri sportivi: cosa fa

Un consulente per centri sportivi affianca tecnici e istruttori delle palestre nella ricerca di potenziali clienti, ma anche nel fidelizzare quelli già esistenti. In pratica:

  • acquisisce nuovi clienti tramite alcune tecniche di marketing, come telefonate, passaparola, email oppure l’utilizzo di social media;
  • fidelizza quelli vecchi mediante la proposta di corsi personalizzati oppure offerte.

I compiti sopra descritti non si differiscono molto da quelli solitamente di competenza del settore commerciale. La vera differenza è la tipologia di approccio verso il cliente, che non è basata soltanto sulle abilità di vendita, ma anche sulle abilità di comunicazione e di empatia.

Ci sono conoscenze che si acquisiscono prima con lo studio e poi sul campo, ma altre, come quelle descritte pocanzi, fanno parte del carattere di una persona. A ogni modo, l’insieme delle soft skills può essere migliorato anche dopo.

La caratteristica di una consulenza centri sportivi

Un consulente centri sportivi non fa altro che acquisire nuovi clienti e fidelizzare quelli esistenti. Ciò che conta è il modo in cui lo fa e gli strumenti che utilizza per arrivare allo scopo.

La capacità di saper comunicare sta alla base in un processo di vendita. Capire le esigenze del pubblico, interessarsi realmente a ciò che dice l’interlocutore e individuare soluzioni personalizzate: queste sono le abilità che offrono la possibilità di conquistare la fiducia della clientela.

In primis, la comunicazione diventa efficace se prima si impara ad ascoltare e capire il proprio interlocutore.

Ciò è fondamentale per trovare la giusta sintonia e creare un rapporto di fiducia basata sull’essenziale e, così, raggiungere l’obiettivo. In linea generale, le tre caratteristiche fondamentali sono le seguenti:

  • Empatia: è la capacità di capire subito in che stato d’animo versa una persona e quali sono le sue emozioni. Soltanto in questo modo è possibile mettersi nei suoi panni e provare ciò che lui prova. È un’abilità non di tutti, poiché è innata e appartiene alle capacità personali. Però, volendo, può essere allenata.
  • Ascolto: la prima cosa che si nota in un interlocutore è il linguaggio non verbale, ma saper ascoltare è ancora più importante.
  • Comunicazione: dopo aver compreso gli obiettivi dell’interlocutore, nonché esigenze, paure e eventuali insicurezze, arriva il momento di proporgli una o più soluzioni. Comunicare è fondamentale, poiché è l’unico mezzo che trasmette fiducia a un cliente.

Come diventare consulente centri sportivi

Quella di consulente centri sportivi è una carriera molto interessante, soprattutto se la passione per il fitness e lo sport in generale è molto forte. Naturalmente bisogna avere una certa predisposizione verso il lavoro con il pubblico e particolare interesse per il settore vendite.

Di solito non viene richiesto alcun titolo di studio specifico, ma la frequenza di un corso di formazione è quanto mai opportuna.

 

Sponsorizzati