fbpx

Andamento Oro, Prezzo al Rialzo o al Ribasso ?

andamento prezzo oro

Andamento oro ancora sotto i riflettori

Dopo due anni consecutivi che hanno visto il prezzo oro salire in modo deciso fino ad arrivare a superare il massimo storico del 2011

Adesso l’ andamento oro sembra essersi incagliato in un range che lo vede oscillare al rialzo e al ribasso intorno ai 1900 dollari.

A far oscillare il prezzo oro sono da un lato le cattive notizie dei lockdown e di una economia globale in caduta libera, fattori che tendono a spingere al rialzo l’andamento oro.

Viceversa a spingere l’oro verso un valore più basso sono le buone notizie su eventuali vaccini risolutivi dell’emergenza sanitaria sulla quale si basa la strategia del lockdown.

Se al momento attuale questi sembrano essere i fattori più determinanti del momento tutto deve essere considerato in un contesto molto più ampio nel quale hanno un ruolo importante molti altri aspetti che coinvolgono il futuro dell’economia e della finanza globale.

Sicuramente a determinare l’ andamento oro verso i massimi storici è stato il cigno nero del covid, un fatto che se forse può non aver colto di sorpresa le sfere più alte del mondo finanziario ha colto assolutamente impreparato il resto del mondo.

In poche settimane investitori piccoli e grandi hanno innescato una corsa all’oro che non si vedeva nemmeno ai tempi del tracollo della Lehman Brothers.

Un evento che ha spinto anche i semplici risparmiatori ad acquistare lingotti per creare una riserva di valore da utilizzare in casi estremi anche rivendendo in modo diretto ai compro oro Firenze o di ogni altra città italiana e non.

Dopo il record raggiunto ad agosto si è assistito ad una progressiva normalizzazione dell’andamento oro, complice anche un periodo di tregua che i governi hanno concesso ad attività e persone rispetto alla strategia dei lockdown.

Questo periodo di assenza di eccessive restrizioni al commercio ha in qualche modo ridato ai mercati azionari un momento di serenità dove alcuni investitori hanno ricominciato a valutare la propensione al rischio azionario come una possibilità per ammortizzare almeno in parte le perdite subite a marzo da molti asset.

Di conseguenza si è assistito a varie fasi di arretramento del prezzo oro che tradizionalmente perde di valore quando la propensione al rischio degli investitori aumenta.

Nonostante ciò alcuni analisti prevedono nel prossimo anno, un calo delle rendite a cinque, nonostante un eventuale ripresa della economia posto vaccino, questo potrebbe ancora una volta favorire al rialzo l’ andamento oro nel 2021 portandolo nuovamente a superare in modo deciso la soglia dei 2000 dollari oncia.

Sponsorizzati

analizziamo il tuo sito gratis

scopri quanto vale il tuo sito

Inserisci l’url e la mail nei campi di seguito.