fbpx

3 pilastri fondamentali dell’Inbound Marketing per far crescere l’azienda

Improove Inbound Marketing

La strategia di inbound marketing comporta “l’attrazione” dei clienti verso la tua attività, fornendo loro contenuti utili. In sostanza stai dicendo: “Vieni dalla mamma, ho tutte le informazioni che ti servono sul servizio o sul prodotto che ti interessa.” Adesso di sicuro starai pensando: “In che modo l’inbound marketing può aiutarmi a far crescere la mia attività”?
Bene, senza ulteriori indugi, ecco 3 dei pilastri fondamentali per aiutarti. Iniziamo!

Leggi anche: Article Marketing Italia

#01 – Inbound marketing: Analizza, Ricerca e Studia

Non molte persone considererebbero la ricerca come una strategia di inbound marketing, ma lo è – anzi è una parte fondamentale di esso. Ecco 3 aree chiave su cui devi approfondire.

Conosci i tuoi clienti.

L’Inbound mette al primo posto i tuoi clienti. L’importanza di conoscere i tuoi clienti non può essere sottovalutata. Prenditi il tempo per fare qualche ricerca per definire chiaramente quanto segue:

  1. Chi sono i tuoi clienti?
  2. Dove sono i tuoi clienti?
  3. Quali sono le loro sfide?
  4. Che tipo di contenuto preferirebbero?
  5. Quali piattaforme vorrebbero accedere ai contenuti? Ecc.

Leggi anche: Catapresan: Petizione contro il ritiro del farmaco

Conosci il tuo settore

Un modo molto efficace per stare al passo con la concorrenza è tenere il passo con gli ultimi avvenimenti del tuo settore. Partecipa agli eventi, incontra e fai rete con persone rilevanti per il tuo settore. In questo modo, resterai aggiornato di volta in volta e puoi utilizzare queste informazioni a tuo vantaggio.

Conosci i tuoi concorrenti

Eseguire un’analisi competitiva. Ciò comporta fare delle ricerche per rispondere a queste domande:

  1. Chi sono i tuoi principali concorrenti?
  2. Quali sono i loro punti di forza? Cosa stanno facendo con successo? Come puoi adattare questo al tuo business e renderlo ancora migliore.
  3. Quali sono i loro punti deboli? In quali settori non stanno andando così bene da poter capitalizzare?

#02 – Generare traffico “di qualità” tramite SEO

SEO significa ottimizzazione per i motori di ricerca. Devi aver sentito questa parola molto popolare “google”. Ciò significa semplicemente che gli utenti accedono ai motori di ricerca (soprattutto Google) per cercare delle informazioni o risolvere un problema.

Per ottenere il massimo dalla SEO, quando i potenziali clienti cercano informazioni relative al tuo prodotto o servizio, il tuo sito Web deve farsi trovare pronto dai motori di ricerca.
Per raggiungere questo obiettivo, devi creare o ottimizzare il contenuto del tuo sito Web utilizzando le parole chiave che i clienti stanno cercando. La SEO è un argomento piuttosto tecnico, ma ecco alcune cose che puoi fare velocemente:

SEO on-page

La SEO on-page si riferisce a quelle cose che fa il consulente SEO direttamente sulla tua pagina web. Implica l’aggiunta delle parole chiave che desideri classificare per:

  1. Titolo della pagina
  2. Titolo e sottotitoli della pagina
  3. URL della pagina
  4. Meta descrizione della pagina
  5. ‘Alt tag’ delle immagini utilizzate nella pagina.

SEO off-page

Questo si riferisce alle cose che fai al di fuori del tuo sito Web, come ad esempio:

  1. Collegamento a siti Web ad alta “autorità di dominio” come Wikipedia;
  2. Pubblicazione di Guest Post su siti Web correlati;
  3. Commentando forum come Reddit, Quora, ecc. Con un link al tuo sito web;
  4. Ottenere “backlink” da siti Web di alto livello.

#03 – Sviluppa la fiducia attraverso il Content Marketing

Le persone acquistano da coloro che conoscono, apprezzano e di cui si fidano. Un modo per sviluppare fiducia online è dimostrare di essere un’autorità nella tua nicchia. Il modo più veloce per farlo è fornire regolarmente contenuti informativi, educativi e coinvolgenti al tuo pubblico.

Leggi anche: Wetransfer: come funziona?

La regola qui è quella di condividere contenuti “utili e pertinenti”. I contenuti che puoi condividere includono:

  1. I post del blog
  2. Video
  3. Infografiche
  4. Sondaggi

Quando si tratta di blog, un errore che i marketer commettono è quello di creare contenuti per la SEO: riempire gli articoli con parole chiave. Tieni presente che se i tuoi contenuti sono utili, porteranno sicuramente traffico al tuo sito web.

I motori di ricerca lo noteranno e classificheranno il tuo sito di conseguenza. Grazie alla grande quantità di contenuti che gli utenti leggono ogni giorno, è probabile che le persone che visitano il tuo sito Web non possano mai tornare. Ahia!

Potrebbe interessarti: Cessione del quinto e DPR 180/1950

In che modo riesci a farli tornare? Semplice. Dai loro qualcosa di prezioso in cambio dei loro dati o indirizzo email… Una volta che hai i loro dettagli, ora puoi usare le e-mail per “informarli”, creando più fiducia, per chiudere la vendita. Questi sono solo 3 dei pilasti principali che una strategia di Inbound contiene. Ad oggi è l’unica metodologia con il ROI più alto sul medio e lungo periodo

Puoi approfondire l’argomento sul blog di Improove Digital Marketing.

Sponsorizzati
Torna su